CONDIVIDI

 

Il primo passo è fatto. La Volalto compie appieno il proprio dovere, espugna il campo di Bari, difende il suo terzo posto ed è pronta a giocarsi una buona fetta di accesso ai play off sul campo dell’oramai domata Corato.

Eccezion fatta per il primo set durante il quale  le pugliesi sono riuscite a rimanere nella contesa per tutta la sua durata, il match con la formazione di coach Gagliardi ha viaggiato sempre sui binari della tranquillità, La Gimam Ags l’ha affrontato come dovuto. Tranquilla, determinata, concentrata solo sul suo match dimentica dei risultati provenienti dagli altri campi.

Un successo che consente di difendere il terzo posto dagli attacchi di Maglie. Oramai, infatti, solo le salentine e Arzano, se dovesse vincere il suo recupero con Casal Dei Pazzi, possono ambire al terzo posto. La lotta è avvincente, lo spettacolo assicurato.

Dunque bisogna continuare a correre. Due tappe ancora. Una, discretamente nervosa, l’altra forse più pianeggiante, ma parimenti meritevole della massima attenzione. Due gradini ancora  epoi si potrà far festa.

La cronaca

Dei tre set il primo è stato quello più combattuto. Del resto Bari si giocava le sue ultime possibilità di salvezza ed, almeno all’inizio, il suo approccio alla gara è stato più che determinato. Dopo l’equilibrio dei primi punti, però, la Volalto riesce a prendere il largo. Fiore e Kostadinova scalano il varco giusto e così le rosanero allungano sul 12-6. Coach Gagliardi sprona le sue ragazze. Bari si ridesta. Caserta sbaglia qualche ricezione di troppo ed arriva un break di 0-8 per le pugliesi. (12-14). Monfreda corre

ai ripari. Entra Armonia al posto di Babbi. La Gimam Ags  stoppa il pericoloso parziale e ritorna sulle rivali. Il set vive momenti di grande equilibrio. Bari gioca al massimo delle sue possibilità. Tutto o niente. Si arriva a pochi centimetri dal traguardo. Caserta ha un set point ((24-23) e si guarda bene dal mollare la presa. Il parziale è delle rosanero. 25-23

Secondo set

L’onda lunga del furore agonistico del Bari si estende anche ai primi due punti del secondo set. Stavolta, però, la Volalto è granitica e mostra il piglio della grande squadra. In un baleno scava tra se e le rivali un margine importante (8-4). La battuta porta diversi punti, la difesa alza le sue percentuali e così il vantaggio rosanero arriva sino al più 7( 16-9). Troppo per le risorse tecniche e l’umore già claudicante delle padrone di casa. La Gimam Ags controlla e fa suo anche il secondo set. 25-14

Terzo set

Oramai è un monologo campano. Pronti via ed anche questo parziale si apre con le volatine scattare subito

sul 10-2. Bari tenta un colpo di coda, una reazione di orgoglio. Rientra Babbi per Armonia. Le pugliesi indovinano alcuni punti vincenti in battuta, trovano un po’ di coraggio e salgono sino al  meno 4 (10-6). Come già accaduto, però, nel set precedente, la Volalto non mostra alcun cedimento o timore. Controlla agevolmente la contesa e punto dopo punto va a vincere set e partita. 25-16

Il tabellino

PRIMADONNA BARI – GIMAM AGS VOLALTO CASERTA 0-3

(23-25; 14-25; 16-25)

PRIMADONNA BARI: Cosentino 1, Bodignon 7, Gobbi 9, Diomede 5, Vinciguerra 9, Valli 8, Giampiero (L). All. Gagliardi

GIMAM AGS VOLALTO: Ricciardi 10, Kostadinova 12, Fiore 12, Alfieri 4, Gagliardi 4, Babbi 5, Armonia 8, Salzillo, Paioletti, del Vaglio, Barone (L). All. Monfreda. Vic Guerra

ARBITRI: Feeise di Lamezia Terme e Sodano di Vibo Valenzia

Antonio Luisè

                                                                                                        volalto-punto