CONDIVIDI
Sergio Di Meo, Fabio Francese
Sergio Di Meo, Fabio Francese

Ci sono partite che non si dimenticano. Ci sono partite che rimangono nel cuore e che segnano la storia sportiva di una società e non solo. Quella che andrà in scena al PalaJacazzi sabato prossimo alle h 18.00, tra Exton Aversa e Natura Energie Lagonegro è proprio una di quelle. Per come è andata e per come sta proseguendo la stagione del movimento pallavolistico campano, non possiamo che definirla la “partita dell’anno”. Prima contro seconda, Aversa contro Lagonegro, potrebbe significare l’accesso diretto di un’altra squadra maschile campana al campionato nazionale di B1 ed è tutta un’altra storia. Intanto, nell’ultimo weekand, la Exton Volleyball Aversa cade per la prima volta in campionato, sconfitta 3-1 (25-21; 17-25; 25-23; 25-17) dal Locorotondo, ha annullato il primo match ball campionato. Nonostante la sconfitta nessun dramma in casa Di Meo, Aversa è sempre prima in classifica, dopo ventiquattro giornate, con 57 punti. Il Presidente: «Ho detto anche ai ragazzi a fine gara – conferma – che non c’è niente di cui preoccuparsi e che bisogna stare sereni. Avevamo preventivato di poter subire una sconfitta, prima o poi, arrivata contro un Locorotondo che, a detta anche dello staff pugliese, ha disputato la partita migliore in stagione e che non aveva mai perso tra le mura amiche. Abbiamo giocato una buona gara – prosegue il massimo dirigente normanno – e siamo consapevoli dei nostri mezzi e di essere una ottima squadra. Siamo sempre primi in classifica e pronti a prepararci a questa importantissima settimana che ci porterà sabato a giocarci una nuova chance contro il Lagonegro». Per la sesta volta in stagione, infatti, la Exton Volleyball Aversa e la squadra lucana si affronteranno per la conquista dell’obiettivo più importante ma come arrivano le due squadre a questo appuntamento? La Natura Energie Lagonegro è reduce da una seconda parte di regular season sempre in crescita ma, soprattutto, si presenta all’appuntamento più importante della stagione in uno stato psicofisico ottimale, rappresentato dall’ultima vittoria stagionale contro Castellana (3-0), diventata ancor più una spinta verso l’obiettivo dopo la sconfitta dei normanni. Insomma, i biancorossi non vedono l’ora di atterrare al Palajacazzi e di fare man bassa ma dovranno fare i conti con una Exton colpita da una sconfitta, è vero, ma sempre pronta, come ha dimostrato più di una volta in campionato, a rimboccarsi le maniche ed a portare a casa il risultato e, per far sì che ciò avvenga il Presidente Di Meo e capitan Francese fanno appello ad appassionati e agli aversani: «Sabato, 3 maggio – conclude il Presidente Sergio Di Meo – è la data che tutti i tifosi aversani e gli sportivi devono ricordare. Alle 18 ci giocheremo il secondo match ball e lo faremo tra le mura amiche del PalaJacazzi dove potremmo raggiungere uno storico ed importante traguardo accompagnati dall’abbraccio di chi ci vuole bene. Di fronte avremo il Lagonegro che ormai conosciamo bene e sarà un’altra battaglia. La più importante. Vogliamo vincerla ad ogni costo e vogliamo farlo con la città ed i tifosi. È per questo che rivolgo un appello a tutti. Dobbiamo gremire il Palazzetto dello Sport di via Salvo D’Acquisto ed essere uniti per sospingere la squadra alla vittoria e raggiungere il più importante dei traguardi con la nostra città, il nostro pubblico e la nostra gente». Sugli stessi toni del suo presidente capitan Francese: «È giunto il momento della verità. Sabato abbiamo l’occasione di vincere il campionato. Abbiamo sbagliato il primo match ball a Locorotondo e non vogliamo né possiamo sbagliare il secondo – continua – C’è bisogno di tutta la città – aggiunge – dobbiamo sentire il calore di tutti per realizzare un progetto iniziato lo scorso anno con la vittoria della serie C ed il ritorno in una serie nazionale. Si sta per realizzare un sogno che dura dalla prima giornata di campionato e che ci ha visti sempre in testa in classifica. Un sogno che, sono certo, sarà apoteosi in casa davanti ai nostri tifosi». Per arrivare al cuore dei cittadini normanni e di tutti i tifosi, il capitano della Exton Volleyball Aversa rivolge un altro accorato appello: «Riportiamo Aversa di nuovo in serie B1 – conclude Fabio Francese – vincere sabato significa realizzare immensi sacrifici di squadra e societari. Vincere sabato vuol dire dare lustro alla nostra città che vive di pallavolo e che merita palcoscenici importanti. Vi aspettiamo numerosi per realizzare il sogno più grande». L’appuntamento è di quelli da non perdere perché nel bene e nel male sarà una partita da ricordare ….

Antonella Manfellotto