CONDIVIDI

logo-indomita-salerno-300x187

INDOMITA SALERNO – ISCHIA PALLAVOLO 3-0

(25-21, 26-24, 25-18)

INDOMITA: Abate 5, Baccaro 2, Catone 2, Cacciottolo 13, Califano, Capriolo 7, Memoli, Morriello, Pagano 16, Scariati 1, Vitale 4, Autuori (L) 1. All. Corvo

ISCHIA: Amitrano, Buono, De Siano, Di Iorio, Di Meglio, Minichini, Romeo, Trani, Di Costanzo (L). All. Cambria

ARBITRO: Mannara di Cava de’ Tirreni.

 

Terza vittoria consecutiva per l’Indomita maschile. Alla Senatore Vitale e compagni stendono l’Ischia con un netto 3-0 confermando il proprio magic moment. Sono ben sedici, infatti, i punti conquistati dall’Indomita nelle ultime sei gare, una marcia davvero da prima della classe. Contro l’Ischia di coach Cambria è arrivato un successo in scioltezza al termine di un match condito da diversi errori da parte di entrambe le formazioni. Il primo set è molto equilibrato con l’Indomita che va al time out tecnico avanti 12-9 e che dopo essere stata anche a più 4 permette il ritorno degli isolani sul 17-16. Coach Corvo perde per infortunio Morriello e affida la cabina di regia a Baccaro. Il tempo di trovare le misure e l’Indomita chiude 25-21. Andamento pressoché simile anche nel secondo set con Pagano e compagni che fino al 14-14 non riescono a togliersi di dosso l’ostica formazione isolana. In casa Ischia è soprattutto l’opposto De Siano a fare male. Sul 23-20 però, sembra fatta per l’Indomita ma qualche errore di troppo regala addirittura il set point all’Ischia. Ma prima un attacco di Pagano, poi un muro dell’opposto e infine una schiacciata di Capriolo consentono all’Indomita di chiudere 26-24. Nel terzo set l’Indomita mette subito le cose in chiaro. Ischia perde il palleggiatore Amitrano, subentrato a Romeo, per infortunio e dopo il time out tecnico, sul punteggio di 12-8 per l’Indomita, coach Corvo dà spazio anche ai ragazzi della panchina. Entrano così in campo Catone, Califano e Memoli che forniscono un buon contributo alla causa. Il se va via in scioltezza e viene chiuso sul 25-18 da uno strepitoso colpo a bilanciere di Gianpaolo Cacciottolo che fa esplodere la palestra Senatore. “Sono davvero soddisfatto” – ha dichiarato il capitano Pasquale Vitale, al termine del match – “per questi tre punti che ci consentono di continuare la rincorsa in classifica. Ora ci attendono le ultime tre partite e il nostro obiettivo è di vincerle tutte. E poi sono contento perché hanno trovato spazio anche quei miei compagni che solitamente giocano poco ma che durante la settimana si allenano con grande passione”. Dopo questo brillante successo l’Indomita tornerà in campo sabato prossimo ad Avellino contro il Gs Olimpica. Si ricorda, infine, che la telecronaca differita del match Indomita – Ischia sarà trasmessa da Lirasport martedì pomeriggio alle 15.25, giovedì alle 9.30 e alle 19.00, venerdì alle 17.30, sabato alle 11.45 e domenica alle 2.45.

 

22^ Giornata Serie C femminile

 

INDOMITA SALERNO – NEMESI 1-3

(25-21, 11-25, 22-25, 13-25)

INDOMITA: Cantarella, Caruccio, Cataldo, De Rosa, Ferrara I., Ferrara S., Izzo, Liguori, Luongo, Scoppetta, Viceconti, Rescigno (L), Marano (L). All. Tescione

NEMESI: Esposito, Arpaio, Di Lorenzo, Meglio, Pio, Iovino, Staiano, Ferrieri, Sammarco (L), Cozzolino (L). All. De Gaetano

ARBITRO: Vicinanza di Salerno e De Simone di Olevano sul Tusciano.

Sconfitta interna per l’Indomita femminile di coach Tescione. Alla Senatore capitan Scopetta e compagne non riescono a superare la Nemesi Castellammare di Stabia, formazione in piena lotta per un posto nei play off promozione. Spinta dal calore del proprio pubblico, l’Indomita parte benissimo nel primo set. Coach Tescione rilancia Rescigno nel ruolo di libero e grazie ai punti di Liguori e Caruccio dopo un avvio equilibrato, la formazione cara alla presidente Ruggiero riesce a prendere il largo per poi chiudere 25-21. La bella Indomita del primo set lascia il posto nel secondo a una squadra a dir poco irriconoscibile. Tanti errori, in ricezione come in attacco e solo undici punti conquistati. Nel terzo set dopo un avvio non facile l’Indomita torna in partita e sotto di cinque punti, riesce a recuperare, ma sul 22-23 una dubbia decisione arbitrale, non la prima del match e dell’intera stagione, regala il set point alla formazione partenopea che chiude 25-22 tra le giuste proteste dei padroni di casa. Nel quarto set non c’è praticamente storia, con la Nemesi che riesce a portare a casa il successo chiudendo 25-13. Top scorer in casa Indomita la schiacciatrice Liguori con 12 punti, bene anche le due centrali Izzo e Cataldo, che hanno chiuso entrambe con sette punti. Dopo quest’amara sconfitta l’Indomita tornerà in campo sabato prossimo in casa dell’Ottavima. Una gara difficile ma che l’Indomita non può sbagliare.

 

Area Comunicazione
Asd Indomita Salerno