CONDIVIDI

Exton Aversa 1

AVERSA – Non macchine ma uomini. Distinti dall’utilizzo della ragione e del cuore. E’ proprio grazie a quest’ultimo che la Exton Volleyball Aversa è riuscita a battere 3-1 (27-25; 23-25; 27-25; 25-22) l’Assoretipmi Joya nel match valido per la diciottesima giornata del girone G del campionato di serie B2. La squadra del Presidente Di Meo continua a volare ed a mantenere l’imbattibilità che aumenta di domenica in domenica. I normanni, infatti, vincono da diciassette gare consecutive, mantenendo sempre più saldo il primato in vetta alla classifica con 47 punti. Eppure, contro i pugliesi, la squadra di coach Nappa ha dovuto soffrire nell’affrontare un avversario che ha dato filo da torcere e che non avrebbe meritato la sconfitta. Exton Volleyball Aversa ed Assoretipmi Joya, infatti, si sono affrontate a viso aperto fin dal primo set, quando il vantaggio ospite di 1-4 siglato da Anselmo si è assottigliato a favore della rimonta aversana che, dopo il sei pari firmato Rispoli, si è conclusa sull’8-6 con Giacobelli al primo time – out tecnico. Francese e compagni allungano ancora con il centrale sul 15-12, ma il sestetto di coach Cavalera si rifà sotto sul 15 pari, salvo poi commettere una doppia per il secondo time – out tecnico (16-15) a favore dei padroni di casa. La Exton Volleyball Aversa sente il fiato sul collo e non è in giornata. Regge ma poi si fa superare in un’altalena che dal 18-20 pugliese si ribalta dopo poco con un filotto di punti di Rispoli sul 22-20. Di qui è un punto a punto serrato che termina ai vantaggi con il muro di Giacobelli per l’1-0. Nel secondo set, Ripa e compagni giocano meglio e ribaltano l’8-7 normanno del primo time – out tecnico con il 14-16 del secondo con un punto di Nitti che continua a mettere in difficoltà Francese e compagni che capitolano nel finale proprio con un pallonetto del numero sedici pugliese. Il secondo set somiglia a quello successivo. Al primo time – out tecnico è Ripa a portare l’Assoretipmi 8-5, ma nel secondo la reazione della Exton Volleyball Aversa si concretizza sul 16-14. Allungo normanno sul 22-17 con due punti consecutivi di Montò ma la luce si spegne ed i pugliesi si rivedono sul 23-23. Anche nel terzo set si va ai vantaggi ed a spuntarla è la squadra del Presidente Di Meo 2-1 approfittando di un errore avversario. In vantaggio, la squadra di coach Nappa ha tutto nelle proprie mani ma sembra volerlo gettare via, lasciando il sestetto avversario correre sull’8-2. Tanti gli errori, nonostante anche l’ingresso in campo di Scialò che porta un po’ di luce. L’Assoretipmi è in vantaggio anche al secondo time – out tecnico (11-16) e non ha intenzione di mollare, anche senza il centrale Ripa uscito per infortunio. Coach Nappa striglia i suoi che rientrano in campo e si avvicinano lentamente affidandosi ai colpi di Rispoli ed alle sortite centrali di Giacobelli che sono determinanti. Il centrale, infatti, raggiunge i pugliesi sul 17 pari e poi con altri due punti porta la Exton Volleyball Aversa sul 19-18. Montò, Falanga ed un errore di Nitti concedono l’occasione di chiudere a Rispoli che è imprendibile, sigla il 25-22, consegna la diciassettesima vittoria consecutiva alla Exton Volleyball Aversa e corre a festeggiare. «Siamo soddisfatti del risultato e della vittoria – dice coach Nappa – consapevoli tutti di esserci espressi al di sotto delle possibilità. Abbiamo, però, la capacità di riuscire ad esprimere nei momenti di difficoltà grinta e coraggio nel rimontare come abbiamo nel quarto set quando pochi, invece, avrebbero reagito. I ragazzi sono solo da elogiare perché, senza cercare alibi, sono riusciti ad ottimizzare il gioco anche nelle difficoltà. Si vince contro una buona squadra, ben organizzata e con giocatori importanti, come il Gioia del Colle, cosa che non va in secondo piano. Qualora qualcuno avesse ancora dubbi, dopo questa vittoria credo possano essere completamente dissipati». «E’ una sconfitta non meritata per il Gioia del Colle – analizza il Presidente Sergio Di Meo – che avrebbe meritato ben altro risultato. Per noi è stata la vittoria del cuore, giocando con quattro elementi su sei infortunati contro una squadra che all’inizio del campionato era tra le favorite alla promozione finale. È stata dura. La partita più sofferta delle diciassette vittorie conquistate, ma forse c’è la sensazione in me che la vittoria contro i pugliesi, per come è arrivata, voglia dire che se riusciamo a trionfare, anche giocando male, significa che la B1 veramente la meritiamo tutta quanta». Con il cuore hanno vinto anche due tra i protagonisti del match, Giovanni Di Giorgio e Mario Giacobelli: «Abbiamo un calo fisico in questo periodo – commenta il palleggiatore normanno – ma nonostante ciò abbiamo dimostrato la nostra forza nel vincere non giocando bene grazie allo spirito di gruppo che è uno dei nostri segreti». «E’ stata una vittoria importante – aggiunge il centrale – contro una squadra che si è rafforzata parecchio e ci ha messi in difficoltà. Andiamo avanti, lavorando e guardando partita dopo partita all’obiettivo finale della promozione in B1».