CONDIVIDI

image

 

 

 

 

OLIMPIA ARZANO-INDOMITA SALERNO 3-2

(25-21, 25-27, 17-25, 25-23, 15-7)

ARZANO: Di Grazia, Menna, Cecere, Del Prete, Petrone, De Vito, Piccegna, Testa C., Testa R., Cicccarelli, Tambaro (L), Piscopo (L). All. Calabrese

INDOMITA: Abate, Cacciottolo, Califano, Capriolo, Catone, Dell’Angelo, Morriello, Pagano, Tagliamonte, Vitale, Sofia (L). All. Corvo

 

Arzano. Tie break amaro per l’Indomita maschile allenata da Roberto Corvo. Ad Arzano contro una delle squadre favorite per la conquista di un posto play off, l’Indomita avrebbe meritato sicuramente di più. Con tante assenze in formazione, il libero Abbundo e lo schiacciatore Scariati su tutti, i ragazzi cari alla presidente Ruggiero hanno disputato una delle migliori partite di questa stagione. Perso il primo set, infatti, Vitale e soci hanno messo in difficoltà la quotata formazione napoletana, vincendo con merito il secondo set condotto sin dalle prime battute e chiuso 27-25 e il terzo set nettamente con il punteggio di 25-17. All’inizio del quarto set coach Corvo ha dovuto fare a meno anche dello schiacciatore Capriolo ma nonostante tutto nel quarto l’Indomita è arrivata a un passo dalla conquista dei tre punti fermandosi però a quota 23. E al tie break, esattamente come nel match d’andata, ad avere la meglio è l’Olimpia Arzano che chiude 15-7. Per l’Indomita è il quarto tie break perso in questa stagione. Inizia con un punto e tante note positive il camminodell’Indomita in questo girone di ritorno: “Devo assolutamente fare i complimenti ai miei ragazzi” – ha dichiarato coach Corvo a fine gara – “perché probabilmente abbiamo fornito una delle migliori prestazioni di questa stagione. Nonostante diverse assenze, abbiamo tenuto testa a una squadra quotata, giocando con intensità, intelligenza e grande spirito di gruppo. Alla fine, forse, avremmo meritato qualcosa in più”. Nel prossimo turno, Vitale e soci torneranno a giocare alla Senatore, dopo quasi due mesi, contro lo Sparanise.