CONDIVIDI

images    GUERRIERO LUVO ARZANO      3

   PRIMADONNA BARI                    1

    (22-25; 25-12; 25-21; 25-15)

 

GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 11, Cozzolino 3, Vinaccia 17, Aprea 18, Maggipinto (L), Russo 8, Foniciello 17. Non entrate: Piscopo, Valente, Cirillo, Granata, Maresca. All. Caliendo

PRIMADONNA BARI: Cosentino 2, Bordignon 12, Gobbi 8, Diomede 4, Giampietri (L), Valli 14, Costenaro 8, Lorusso. Non entrate: Prestante, Santeremo. All. Gagliardi.

Arbitri: Rosario Vecchione ed Enrico Autuori

NOTE. Durata set: 28’; 23’; 29’;  24’. Battute sbagliate Arzano: 6; Bari: 3; Battute punto Arzano: 7; Bari 4. Spettatori: 200 circa.

ARZANO – Soffre più del previsto la Guerriero LuVo Arzano costretto a lasciare un set al team di Bari prima di assicurarsi l’intera posta in palio. Ci si attendeva una gara tutta d’un fiato dopo la confortante vittoria in casa del Maglie ed invece è venuto fuori un match abbastanza equilibrato che, tutto sommato, ha infervorato gli animi dei presenti. Tre punti comunque importanti per continuare a restare in zona playoff in attesa dello scontro diretto, ancora in casa, di sabato prossimo contro Caserta. Nei primi minuti sembra ben poca cosa questo Bari sia tecnicamente che tatticamente, eppure le ragazze di coach Caliendo vogliono in tutti i modi complicarsi la vita. Dopo un avvio deciso (8-5) le cose si mettono male e per le pugliesi ci vuole poco per crescere. Coach Caliendo blocca il tempo (11-12) per rischiarare le idee all’Arzano. Il tentativo è vano e le ragazze continuano a sembrare lente e impacciate.Dopo la sirena del secondo time-out tecnico obbligatorio le ospiti fortificano addirittura un vantaggio ormai meritato (15-18). Inutile la rincorsa finale, l’ultima palla premia le ospiti che chiudono sul 22-25. Nel secondo set l’Arzano cambia completamente atteggiamento.Le ragazze di Nello Caliendo tornano in campo furiose e seppelliscono le baresi con un punteggio nettissimo: al primo time-out le biancoblu in vantaggio per 8-1. Sembra essersi esaurito l’entusiasmo che aveva animato le rossonere durante il primo set così le padrone di casa ne approfittano e schiacciano le avversarie chiudendo il parziale sul 25-12. Terza fase di gioco molto equilibrata fin dalle prime battute ma sono le baresi a portarsi in vantaggio. Campolo e compagne sembrano tornate quelle del primo set: deconcentrate e lente. Prova a farsi sentire il tecnico arzanese Caliendo ma la squadra non reagisce, così al secondo time-out le rossonere si trovano ad amministrare un largo vantaggio (12-16). Il pubblico del PalaRea incita le proprie beniamine in difficoltà e queste reagiscono orgogliosamente riagguantando il pari (21-21). Una giocata sublime di Foniciello distrugge il morale del sestetto barese, a quel punto è tutto facile per le biancoblu che chiudono il terzo set 25-21.Partenza a razzo anche nel quarto set. La Guerriero LuVo amministra accumulando un discreto vantaggio che continua ad aumentare con lo scorrere dei punti: (17-6). Il sestetto di Bari non reagisce più e cala il sipario sul match. Fra gli altri risultati della serata appare scontato il 3-1 della capolista Marsala ottenuto ai danni della Proger Roma (25-10; 25-21; 25-21) mentre ha conseguito identica affermazione il Casal de’Pazzi ai danni del Tremestieri (25-23 25-16 24-26 25-20).

Roberto Esse

Ufficio Stampa Arzano Volley