CONDIVIDI

VOLALTO CASERTAVeni, vidi, vicit o, come dicono i calorosissimi tifosi rosanero, viene, vince e se ne va. Missione compiuta. La Volalto fa suo il match contro l’Orizzonte Tremestieri Catania. Centra la sua quarta vittoria consecutiva e prepara come meglio non potrebbe la sfida contro Maglie. Grandissima prova di forza delle rosanero che hanno avuto la meglio sulle rivali in appena un’ora e sette minuti di gioco. Mai un calo, battute insidiose, attacchi precisi, muro quasi impenetrabile, difesa attenta. Qui si è distinta il libero Barone che ha viaggiato su percentuali di ricezione vicine alla perfezione. Nel complesso, però, tutta la squadra ha girato come da copione confermando ancora una volta la sensazione che a peno regime, la macchina a disposizione di Monfreda, può sprigionare una potenza difficilmente eguagliabile dalle altre rivali del girone. L’inizio del match pare la fotocopia della sfida contro Agrigento. Le padrone di casa vanno subito avanti 5-1. Un po’ alla volta, però, le campane entrano nella contesa. Boteva e Kostadinova hanno il braccio caldo. Caserta impatta sul 10-10.Catania arranca, non la Gima Ags. Ricciardi, Gagliardi e Babbi si uniscono alle due soprano bulgare e per la Tremestieri non c’è più nulla da fare. Il set è rosanero. 25-15. Ancor più a senso unico il secondo parziale. La Volalto sa che formazioni come quella catanese sono molto pericolose. E’ bene non accenderle, altrimenti si infiammano e le conseguenze sono spesso negative per le avversarie. Così le rosanero inizino il parziale con la stessa intensità con al quale avevano chiuso il set precedente. Al primo time out tecnico la Gimam Ags è avanti 8-5. Tremestieri tenta di rimanere nella scia delle rivali, ma i suoi tentativi naufragano contro il muro campano e seppure  arriva al muro ci pensa la difesa con Barone in formato stellare. Così alla seconda sospensione Caserta è sul 16-11. Il set di fatto si chiude qui. Le campane lo portano senza affanni in porto. 25-15. Stessi musicisti, stessa amabile sinfonia anche nel terzo ed ultimo parziale. Alfieri continua a smistare deliziose parabole per le bocche da fuoco rosanero che gentilmente ringraziano. Primo allungo importante di Caserta e si va sul 8-6. Stavolta Catania gioca il tutto per tutto e, seppur soffrendo, riesce a tenere testa alle  rivali sino a metà set. 16-14. Break di 5-2 per la Volalto e parziale praticamente in cassaforte (21-16). A questo puto le etnee hanno un importante reazione di orgoglio risalendo sino al 21-19. M sarà il loro canto del cigno; le speranze delle siciliane si infrangono contro il muro delle campane. Caserta chiude definitivamente  il set 25-19.

Il tabellino

 ORIZZONTE TREMESTIERI CATANIA – GIMA AGS CASERTA 0-3  ( 15-25; 15-25; 19-25)

 ORIZZONTE TREMESTIERI CATANIA: Todaro 1, Mordino 4, Coatti 11, Martino 5, Barbagallo 1, DeBellis  9, Ruberti 9. All. Rizzo

GIMAM  AGS VOLALTO CASERTA: Ricciardi 10. Kostadinova 14, Alfieri 6, Boteva 19, Gagliardi 5, Babbi 10, Barone (L), Salzillo, del Vaglio, Armonia, Torchia, Speranza. All. Monfreda. Vic Guerra

 ARBITRI:Pecoraro di Palermo e Scarfò di Reggio Calabria

Antonio Luisè

Ufficio Stampa Volalto Caserta