CONDIVIDI

Raccolti 500 euro: fondi devoluti alla Onlus Samburu Smile  

Vittoria della Due Principati al tie break (25-14, 19-25, 25-18; 32-34, 15-9) e buon seguito di pubblico al Pala Irno di Baronissi per la seconda edizione di “Una schiacciata all’indifferenza”, quadrangolare di pallavolo femminile, a sfondo benefico, organizzato dalla Due Principati con il patrocinio del Comune di Baronissi (il sindaco Gianfranco Valiante ha assistito alla finalissima). Alla kermesse hanno partecipato, oltre la P2P che ha fatto gli onori di casa, anche le consorelle di serie B2 Givova Volley Scafati e Fiamma Torrese, poi la Link Campus University Nemesi di Castellammare di Stabia prima della classe in serie C regionale, squadra “campione uscente”. Nella prima semifinale, giocata in mattinata, la Due Principati di coach Veglia s’è imposta 2-1 in rimonta sulla Nemesi: ko nel primo set (21-25), Pericolo e compagne hanno vinto il secondo parziale 25-21 e conquistato il terzo set giocato con la formula del tie break (15-10). Nella seconda semifinale, la Fiamma Torrese di coach Adelaide Salerno ha sconfitto Volley Scafati (2-0: parziali 25-21 e 25-20). A Scafati, dopo pranzo, è toccato disputare la finale per il terzo e quarto posto sfidando la Nemesi. Partita lunghissima, giocata come da regolamento al meglio dei cinque set. L’ha spuntata Scafati sulla Nemesi (1-3). Parziali 13-25, 25-20, 22-25, 19-25. Poi è andata in scena la finalissima: vittoria della P2P, tanta beneficenza sugli spalti e un sorriso in più in campo per il debutto, sebbene in amichevole, della giovanissima quindicenne Ilenia Biancospino, ruolo opposto, prodotto della formazione under 18.

Non solo volley al Pala Irno, ma anche tanta amicizia (tutte le squadre, al termine della sessione mattutina, hanno pranzato insieme presso il ristorante Il Casolare) e solidarietà. “Una schiacciata all’indifferenza” è stata, infatti, abbinata alla prima edizione della Samburu Smile Cup. Samburu Smile è una Onlus, nata grazie all’impegno del preparatore atletico Sergio Mazza che da anni è impegnato nel mondo dello sport e del volontariato. L’obiettivo dell’organizzazione è consentire l’accesso all’istruzione nei Paesi in via di sviluppo, fornendo ai bambini che vivono in condizioni disagiate, nella regione africana denominata Samburu, gli strumenti e le giuste opportunità di riscatto. La P2P ha acquistato i braccialetti, simbolo della Onlus. Gli sportivi presenti al Pala Irno hanno potuto devolvere una libera offerta a favore di Samburu Smile. L’azienda “Plantulli Interni”, partner commerciale della P2P, ha gentilmente offerto una poltrona da camera da letto, che è stata messa in palio previa estrazione di biglietti acquistabili dagli spettatori con offerta libera, sorteggiati a fine gara. Oltre la coppa del primo classificato, che è stata alzata dalla Due Principati, sono state donate anche tele realizzate dai bambini in Kenya. Premiate (voti dei tecnici e dei capitani) la migliore giocatrice del torneo e la migliore giovane under. La MVP è stata Anna Pericolo, capitano della P2P, premiata dalla nazionale di Sitting Volley. La migliore giovane è stata De Siano della Fiamma Torrese, premiata da Carmine Plantulli e da Sergio Mazza. La quarta classifica, Nemesi Stabiae, premiata da Luca Castagna, vice presidente della P2P. Massimo Pessolano, presidente provinciale Fipav, ha premiato la Givova Scafati, terza classificata. «Il movimento pallavolistico, già in fermento in ambito p Maria Denzarovinciale, è ulteriormente cresciuto grazie all’apporto delle due società P2P di Baronissi e Volley Scafati che tengono alto il vessillo salernitano nel panorama nazionale – ha dichiarato Massimo Pessolano, presidente della Fipav locale, presente alla kermesse insieme al delegato Coni, Paola Berardino – Questo torneo è una nuova occasione di crescita: si sono affrontate realtà campane importanti, si è consolidata l’amicizia tra club del territorio e si fa “rete”. Meravigliosi lo sfondo sociale e la connotazione benefica che esaltano lo sport come volano e strumento di promozione dei veri valori della fratellanza e della solidarietà». L’assessore comunale all’Urbanistica, Luca Galdi, ha premiato la Fiamma Torrese, seconda classificata. Franco Montuori, patron della Due Principati e Anna Pericolo, capitano, hanno alzato con la squadra la Coppa “Una schiacciata all’indifferenza” – Primo Trofeo Samburu Smile.

La Due Principati ringrazia gli arbitri Citro, Mannara e Ferrante che si sono alternati nella direzione delle quattro partite della manifestazione.

Ufficio Stampa