CONDIVIDI

  
Baronissi è in versione albero di Natale nel primo set: si accende ad intermittenza, gioca a singhiozzo ma ha il pregio di restar lucida senza farsi assalire dall’ansia quando la frazione di gioco stenta a prender la piega irnina. La squadra di coach Veglia parte agguerrita (3-0) ma poi decelera all’improvviso e il ritmo più lento auto-imposto al proprio gioco favorisce la Fiamma Torrese che rientra in partita. L’ex Viscito dà (aces) e toglie (errore) in battuta; le ospiti falliscono il primo aggancio ma poi picchiano sulle mani del muro alzato da Armonia e inducono il posto 4 della P2P al successivo errore punto (6-7). Il time out tecnico con le irnine in risicato svantaggio (7-8) è provvidenziale, perché coach Veglia ha modo di ribadire alle sue ragazze che non si può vivacchiare sull’errore avversario, sottolineando «quello che dobbiamo fare noi e che non devono fare loro». Baronissi si riprende la scena con D’Arco che passa tre volte di fila – l’ultima delle quali in possente tap-in – ma la Fiamma Torrese può spesso beneficiare di contrattacchi e ricava il massimo dalle proprie centrali. Nonostante un aces di Pericolo (14 pari), torresi ancora in vantaggio (15-16) al secondo time out imposto. Il primo parziale non ha ancora un padrone ma svolta, a favore della P2P, al 17.esimo punto: la battuta di del Vaglio è velenosa, il muro di D’Arco provvidenziale (19-17), l’acuto di Armonia pesante (21-19), il mani fuori di Pericolo spacca-set, del +4 (23-19). Chiusura di Armonia: 25-21.

Baronissi non straripa neppure in apertura di secondo set ma è più feroce al servizio. Quello flottante di Gagliardi vale il +2 alla prima interruzione (8-6). Che fa bene, però, alla Fiamma Torrese: il contro break ospite è di 1-5 (9-11) e coach Veglia è costretto a stoppare tutto spendendo il suo primo time out. La P2P soffia il servizio a De Gennaro grazie a un bel guizzo in pallonetto di D’Arco che poi accorcia ulteriormente le distanze con un aces (11-12). Due colpi consecutivi di Viscito e un errore di Pericolo al servizio spingono, però, la squadra di coach Adelaide Salerno sul +3 (13-16). Poi sul +4 (15-19), con fast di Riparbelli ed errore punto di D’Arco. La Fiamma Torrese fiuta aria di strenna natalizia nel set e manda De Gennaro in battuta, mentre coach Veglia dà riposo a del Vaglio (per Ferrieri), Rago (Spirito), Armonia (Di Napoli), più D’Amico su D’Arco per rinforzare gli ormeggi in ricezione. Non basta: la Torrese ha l’inerzia e chiude per 18-25.

Nel terzo parziale, coach Veglia riparte da Ferrieri al palleggio. Pericolo porta le sue sul +3 (8-5) con due aces consecutivi. La Fiamma Torrese, però, è viva, capitalizza errori e sbavature altrui e si riporta in vantaggio, restituendo il +3 (10-13). Scarto confermato al secondo tempo imposto (13-16). Occorre una prodezza di capitan Pericolo – già miniera di punti nel primo turno di battuta – per rastrellare al servizio l’aces del 17 pari. Gagliardi in fast fa 18-18. La palla scotta anche sul 19 pari e Pericolo l’accomoda con tocco morbido, 20-19. E’ un finale in apnea, perché la Fiamma Torrese si ripresenta al nuovo time out in vantaggio di una lunghezza, 20-21, ma D’Arco con mani fuori e poi a muro stoppa e ribalta (22-21). Completa il lavoro Pericolo, in poderoso diagonale (23-21). In doppio, prezioso vantaggio, la P2P si ripresenta all’interruzione di gioco con tutte e due le mani sul timone del set. Però fa harakiri: si fa trascinare ai vantaggi, annulla palle set due volte con Pericolo e poi manda sulla banda il pallone del potenziale 26 pari. Finisce 25-27 per la Fiamma Torrese.

Quarto set. Subito 11-5 per la P2P con Pericolo in battuta. 16-7, a firma di Miriam D’Arco, al secondo tempo tecnico. Chiusura 25-16 per le irnine. E’ tie break: il secondo della stagione per Baronissi, il terzo del campionato per la Fiamma Torrese.  

Quinto set. Si cambia campo sull’8-5 per la Due Principati (battuta out della Fiamma Torrese). Sbaglia al servizio anche Viscito per le ospiti (9-6). Poi Armonia di forza, dopo miracoloso salvataggio – da terra – di Lanari (10-8). Muro di Spirito in un momento delicato (11-8). Non è ancora sufficiente: torna in scia la Torrese, mette il naso avanti (11-12). Pericolo tira fuori dal cilindro i colpi del 12 pari e 13-12 (quest’ultimo al servizio). E’ del capitano il guizzo del 15-13.

Nel prossimo turno, in programma sabato 12 dicembre alle ore 18.30 a San Salvatore Telesino, la Due Principati renderà visita al Volare Olimpia Benevento.
6 dicembre 2015 Ufficio Stampa