CONDIVIDI

Baronissi, un punto e accapo.

La Due Principati cade al tie break a Minturno. Coach Veglia: “Muoviamo la classifica e facciamo tesoro degli errori. Siamo una matricola: il nostro obiettivo è un campionato sereno”.

coach pierpaolo veglia

La Due Principati porta via un punto da Minturno: la squadra di coach Veglia è stata sconfitta dal sestetto tirrenico, al tie break, nella prima trasferta del campionato di serie B2, girone H.

Reduci dalla netta affermazione di sette giorni fa al Pala Irno, contro Montescaglioso, le atlete di Baronissi hanno patito in apertura il fattore campo, sono andate in svantaggio 2-1, hanno afferrato il quarto set assicurandosi il punticino che ha permesso di muovere la classifica, ma non sono riuscite ad assestare la spallata del blitz.

Sempre orfano per infortunio della centrale Abbruzzo, che ha palpitato per le sorti della squadra incollata al telefonino, coach Veglia ha provato a sorprendere Minturno, l’anno scorso impegnata nei playoff per la promozione in B1, con le armi di sempre: lo spirito di squadra, la coesione, la determinazione. Minturno, però, ha avuto un migliore approccio al match, ha guidato il primo parziale e l’ha archiviato per 25-21, nonostante il tentativo di Baronissi (mini break, 23-18) di riaprirlo. Molto meglio la P2P nel secondo parziale. Capitan Pericolo e compagne hanno pigiato sull’acceleratore, hanno costretto il coach avversario, Ciufo, a rifugiarsi nel time out per riordinare le idee (17-20), ed hanno accumulato cinque palle set (19-24). Minturno ha annullato la prima con Verde ma poi s’è arresa 20-25. Terzo set di nuovo all’insegna del ping pong. Parte meglio Baronissi (12-16) ma commette l’errore di far rientrare le tirreniche (19-19). Si va testa a testa, il Minturno trova l’aces del nuovo pari con Cassone (20-20) e passa in vantaggio. Baronissi accorcia due volte (22-21 e 23-22) ma le manca l’abbrivio finale. Il set è del Minturno, 25-22. Costretta al tutto per tutto, strigliata dal suo coach ed incitata dal folto pubblico presente al seguito della squadra, la Due Principati ha reagito e ha sbloccato il quarto parziale dopo un’iniziale fase di impasse 13 pari. Dopo il 17-19, ha aumentato il divario e ha vinto 19-25. Ribaltata l’inerzia, Armonia e compagne avrebbero potuto piazzare il colpaccio ma non sono riuscite a capitalizzare il doppio vantaggio nella fase clou del tie break (10-12). Il Minturno, che nelle prime due giornate di campionato aveva sempre conquistato punti, ha trovato, invece, le energie per rimontare con un contro break di cinque punti. A fine partita, questa l’analisi del tecnico salernitano Pierpaolo Veglia: «Le ragazze hanno dato tutto su un campo difficile, contro una squadra che l’anno scorso aveva partecipato ai playoff promozione. Dobbiamo fare attenzione, però, perché poi ogni partita ha la sua storia e noi l’avevamo portata più volte dalla nostra parte ma non siamo riusciti ad ottenere l’intera posta per alcune disattenzioni. Abbiamo commesso alcuni errori ingenui sui quali lavoreremo. Dovremo fare attenzione ai dettagli. Resta un po’ l’amaro in bocca per l’andamento del primo set, che abbiamo buttato alle ortiche. Abbiamo cominciato a giocarlo tardi sbagliando l’impatto sulla partita. Siamo andati spesso avanti noi nelle frazioni di gioco ma poi ci siamo fatti sovente recuperare. Ci rimbocchiamo le maniche, sappiamo che il campionato è lungo e sappiamo anche qual è il nostro obiettivo prioritario, da matricola. Impareremo a gestire meglio le situazioni di gara».

Questi i punti individuali della P2P: Rago 5, del Vaglio 5, Gagliardi 6, D’Arco 18, Pericolo 23, Armonia 27.

Nel prossimo turno, la squadra cara a patron Montuori ospiterà tra le mura amiche del Pala Irno la corazzata Altino Chieti, grande favorita alla vittoria finale. Si giocherà domenica 8 novembre alle ore 18. Servirà il pubblico delle grandi occasioni per spingere le bianco rosso blu verso l’impresa.

31 ottobre 2015 Ufficio Stampa