CONDIVIDI

CLUB ITALIA – CASTELLANA GROTTE 3-2 (21-25, 25-19, 24-26, 25-18, 15-10)

CLUB ITALIA: Zonca 11, Di Martino 10, Zoppellari 2, Margutti 12, Galassi 13, Argenta 19. Libero: Piccinelli. Caneschi, Tofoli. N.e: Caneschi, Panciocco, Osak, Marta, e Gaia. All, Totire

CASTELLANA GROTTE: Bonetti 15, Giosa 10, Tamburo 13, Tartaglione 19, Scopelliti 7, Pedron 1. Libero: Nero. Bulfon, Latorre, Primavera. N.e: Ratano, De Serio. All. Fanizza

Arbitri: Nicolazzo e De Sensi.

Spettatori: 471. Durata Set: 28′, 26′, 9′, 25′, 15′.

Club Italia: 5 a, 13 bs, 11 m, 33 et.

Castellana Grote: 7 a, 16 bs, 9 m, 42 et.

pallavolo italvolley

Roma. All’esordio nel Campionato di A2 maschile il Club Italia di Michele Totire ha messo in campo una grande prestazione, riuscendo a battere in casa la Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-2 (21-25, 25-19, 24-26, 25-18, 15-10). La squadra federale, nonostante la giovanissima età, ha mostrato oltre alle doti tecniche anche quelle caratteriali, dando filo da torcere in tutti i set agli avversari.

Sotto due a uno Argenta e compagni non si sono disuniti, ma anzi hanno avuto la forza per aggiudicarsi il quarto e dominare poi il tie-break. Miglior marcatore dell’incontro è stato il capitano del Club Italia Andrea Argenta (19 punti), assieme a Simmaco Tartaglione. Buono l’apporto anche dei centrali Galassi (13 p.) e Di Martino (4 muri), così come quello degli schiacciatori Margutti e Zonca. Lucida e precisa la regia di Zoppellari, con Tofoli che quando è stato chiamato si è sempre fatto trovare pronto. In ricezione percentuali alte per il libero Piccinelli.

Al debutto in campionato Michele Totire come formazione iniziale ha schierato Zoppellari in palleggio, opposto Argenta, schiacciatori Zonca e Margutti, centrali Galassi e Di Martino, libero Piccinelli.

Nel primo set il Club Italia ha faticato in avvio, permettendo agli ospiti di prendere il comando delle operazioni. Con il passare del gioco Zoppellari e compagni sono cresciuti, riuscendo a riportarsi in parità, prima del break decisivo di Castellana (21-25).

I segnali di crescita mostrati dai ragazzi di Totire hanno trovato conferma nel secondo set, amministrato in maniera autoritaria e senza alcuna sbavatura (25-19).

La reazione di Castellana non si è fatta attendere nel terzo parziale, quando con un avvio sprint hanno staccato nettamente la formazione federale (14-20). Nonostante il netto divario una serie di muri di Di Martino ha ridato speranza al Club Italia, capace di impattare sul 23-23. Dopo aver annullato un set point, però, a spuntarla sono stati ancora i pugliesi (24-26).

Tutta la grinta e il carattere del Club Italia è venuto fuori allora nel quarto set, giocato con grande intensità dai ragazzi di Totire che non hanno concesso alcuna opportunità di recupero a Castellana (25-18).

Senza storia il tie-break, dominato dai padroni di casa dall’inizio alla fine (15-10).

Nella prossima giornata in programma il 1 novembre (ore 18) i ragazzi di Michele Totire faranno visita alla Cassa Rurale Cantù.

MICHELE TOTIRE: “Miglior inizio in campionato non poteva esserci. Prima di scendere in campo avevo chiesto ai ragazzi di fare una grande prestazione, perché l’esordio è un qualcosa che ti ricordi per tutta la vita e quindi farlo con una vittoria sarebbe stato bellissimo. Abbiamo fatto una buona partita, anche se negli ultimi test ci eravamo espressi ancora meglio. Sicuramente l’emozione un po’ ci ha bloccati, ma sono assolutamente soddisfatto. L’unico momento in cui siamo calati è stato il terzo set, durante il quale abbiamo perso un po’ del nostro entusiasmo, cosa che non deve mai accadere perché quello è il nostro punto di forza.”

ANDREA ARGENTA: “Abbiamo cominciato questo campionato in maniera straordinaria e credo che in pochissimi se lo aspettassero. Sulla carta siamo partiti come una delle squadre deboli del campionato, però, io sono convinto che potremo fare un buon torneo e soprattutto dare fastidio a tante avversarie. Penso che questa vittoria sia merito del gruppo, davanti a così tanta gente e in questo contesto l’emozione poteva giocarci brutti scherzi, invece ci siamo aiutati vicenda mettendo in campo tutto il nostro carattere. Adesso ci godiamo il successo e da domani si torna a lavorare.”

PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 25 ottobre 2015 a cura dell’ufficio stampa Fipav