CONDIVIDI

Serie C maschile – Girone A – Seconda giornata

CAVA CUSCINETTI – INDOMITA SALERNO 1-3

(18-25, 16-25, 25-15, 22-25)

CAVA CUSCINETTI: Carratù, Senatore, Capriolo, Della Mura, Manzo, Colace, Pietrobono (L), Visco, Resante, Rainone. All. Ferrara

INDOMITA SALERNO: Pagano 17, Tescione 11, Scariati 8, Abate 8, Penna 4, Morriello 4, Autuori (L), Memoli, Vitale, Califano ne, Sabatino ne, Brancaleone ne. All. Tescione

ARBITRI: Mascolo e Morena di Angri

indomita maschile

Cava de’ Tirreni. Secondo successo stagionale per l’Indomita Salerno. I ragazzi di coach Tescione passano sul campo del Cava Cuscinetti con un perentorio 3-1. Davvero positiva la prestazione della squadra cara alla presidente Ruggiero che, eccezion fatta per il passaggio a vuoto del terzo set, dimostra anche in trasferta la propria forza in tutti i fondamentali. E’ soprattutto l’approccio dell’Indomita alla partita a convincere. Grintosa, concentrata, cattiva, la squadra di Tescione nel primo set, dopo un inizio equilibrato, sul 7-6 accelera e si porta a più 4. Poi, precisa in ricezione ed efficace in attacco l’Indomita vola sul 23-13 per poi chiudere in scioltezza 25-18, alternando tutte le opzioni in attacco, grazie alla precisa regia di Luca Morriello, così da mettere in difficoltà i padroni di casa. Nel secondo set dopo una partenza equilibrata, Cava va 7-5, ma la reazione dell’Indomita è rabbiosa. Subito quattro punti di fila e poi punto dopo punto fino al 16-10. Giocano bene Pagano e compagni che senza problemi chiudono 25-16. Nel terzo set l’Indomita parte male, giocando troppo rilassata e Cava ne approfitta andando subito 6-0. E’ un’Indomita quasi irriconoscibile: al time out tecnico del set la squadra metelliana è avanti 12-3. L’Indomita sbaglia in ogni fondamentale, coach Tescione prova a dare una scossa ma c’è poco da fare e l’Indomita conquista solo 15 punti con Cava che riapre il match. Nel quarto dopo la strigliata di coach Tescione si vede un’altra Indomita, sicuramente più ordinata e meno fallosa. Subito 7-3. Cava avverte la pressione e comincia a sbagliare mentre l’Indomita tocca praticamente tutto a muro. Sul punteggio di 11-7 cartellino rosso per Cava per proteste ma la squadra di casa non molla e si porta fino al meno 1, sul 19-20. Sale la tensione e inevitabilmente scende la qualità del gioco. Un muro di Pagano regala all’Indomita il match point e poi lo stesso opposto, top scorer dell’incontro con 17 punti, chiude il match con il punto del 25-22. “Sono sicuramente soddisfatto” – ha dichiarato coach Tescione al termine della gara – “per i primi due set. Avevo chiesto ai miei di scendere in campo con lo stesso approccio della partita in casa contro l’Eboli e hanno risposto alla grande, giocando davvero un’ottima partita. Nel terzo set ci siamo un po’ specchiati, sbagliando troppo ma siamo stati bravi a ricompattarci subito nel quarto set in modo da conquistare questi tre punti. Ora torniamo in palestra e con grande concentrazione e umiltà pensiamo alla prossima gara contro il Nola”. “Abbiamo giocato soprattutto con la testa” – afferma il ds dell’Indomita, Enzo Nicolao – “nei primi due set la prestazione è stata davvero di ottimo livello. Sono punti sicuramente importanti su un campo difficile. Ma ora torniamo in palestra e pensiamo alla prossima gara, sabato prossimo in casa del Nola”.

 

I risultati: Casagiove-Nola 2-3, Marcianise-Oplonti 3-1, Atripalda-Cellole 3-1, Eboli-Sparanise 2-3, Cava-Indomita 1-3

La classifica: Indomita Salerno e Marcianise 6, Nola, Sparanise e Atripalda 4, Casagiove, 3, Cava, Oplonti e Eboli 1, Cellole 0

Il prossimo turno: Casagiove-Marcianise, Oplonti-Atripalda, Cellole-Eboli, Nola-Indomita Salerno, Sparanise-Cava

 

Area Comunicazione

Asd Indomita Salerno