CONDIVIDI

  
Marco Mencarelli: “Siamo davvero tutti esaltati per il risultato che abbiamo raggiunto. Alla viglia sapevamo di poter fare bene, perché questo gruppo ha indubbiamente delle grande potenzialità, però una vittoria è una vittoria. Analizzando il nostro cammino penso di poter dire che è un Mondiale che abbiamo dominato come dimostrano le otto vittorie con solo due set persi. 
Contro tutte le avversarie siamo riusciti ad imporre il nostro gioco, mettendole sempre in grossa difficoltà. Le giocatrici hanno fatto tantissimi sacrifici per arrivare a questo obiettivo e voglio ringraziare i tifosi peruviani per il loro sostegno durante tutta la partita. In merito alla finale, abbiamo vinto giocando un match eccezionale, le ragazze sono state fantastiche.”

 

Paola Egonu: “Sono così entusiasta. Dopo la semifinale non sono stata in grado di dormire, ero emozionatissima. Questa vittoria è una esperienza che non dimenticheremo mai. I premi individuali rappresentano una responsabilità molto grande per me. Non bisogna però montarsi la testa, perché so molto bene che devo continuare a lavorare tanto per raggiungere traguardi ancora più importanti rispetto a questa meravigliosa medaglia d’Oro. Il nostro è stato un percorso fantastico, soprattutto perché siamo riuscite a crescere partita dopo partita, salendo sempre più di livello. Credo che a fare la differenza sia stata l’unione del gruppo, siamo davvero tanto legate. Su ogni pallone abbiamo sempre lottato tutte insieme, non arrendendoci mai. Tutte hanno dato tutto.”
Alessia Orro: “E’ stata veramente una grande vittoria, diventare campionesse del Mondo è un’emozione indescrivibile. Quando è cascata l’ultima palla è stato come il realizzarsi di un sogno inseguito a lungo. In un attimo mi sono venuti in mente moltissimi ricordi e poi è stata un’esplosione di gioia. Adesso abbiamo da festeggiare un bel po’.”
Giulia Melli: “Per arrivare a questa medaglia ci siamo davvero impegnate al massimo, in pratica era due anni che ci lavoravamo e alla fine, dopo aver creato questo bel gruppo, ce l’abbiamo fatta. Nessuno penso si aspettasse addirittura di vincere, anche perché nel nostro girone c’erano squadre molto forti come Turchia e Giappone, ma noi un passo alla volta ci siamo andate a prendere l’Oro. Per tutto il Mondiale il nostro motto è stato #NoiSiamoNoi, un hashtag nato grazie al nostro tecnico che ci ha sempre ripetuto di pensare prima a noi stesse e poi alle avversarie. Facendo questo abbiamo vinto e quindi “Noi siamo noi”. Prima dell’inizio del Mondiale avevo detto che in caso di primo posto mi sarei rasata i capelli a zero sui lati e adesso bisognerà rispettare la promessa.” 
Vittoria Piani: “Tutte noi abbiamo dato il nostro meglio, tutto quello che avevamo dentro durante tutta la partita. Le mie lacrime sono di gioia, perché abbiamo realizzato un grande sogno. È talmente bella questa medaglia d’Oro che ancora non abbiamo realizzato di aver vinto, pensiamo che la finale si debba giocare domani (ride n.d.r.)”.

PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 17 agosto 2015 a cura dell’ufficio stampa Fipav