CONDIVIDI

festa due principati

A Ponticelli la Due Principati conquista la sedicesima vittoria stagionale. Con un netto e perentorio 0-3, messo in discussione solo nel primo set vinto 21/25 con un po’ di sofferenza, la squadra di coach Veglia consolida il terzo posto in classifica a quota 50 punti. Il Vairano è distante 5 punti ed è l’unica squadra che può ancora insidiare il piazzamento di Baronissi nei playoff. Ieri la squadra dell’Alto casertano ha superato in rimonta Pozzuoli al tie break e sabato 18 aprile, a Vairano alle ore 18.30, riceverà la visita della Due Principati. «Ci aspetta una settimana di scrupoloso lavoro in palestra – annuncia coach Veglia – la Due Principati si farà trovare pronta al rush finale del campionato. Si entra nel vivo della stagione, adesso i punti sono pesantissimi e valgono il triplo. Affronteremo Vairano che è una squadra di categoria, con buoni valori tecnici. All’andata, le squadre diedero vita a una bella partita di volley, vinta da noi al tie break. Un girone dopo, l’obiettivo della Due Principati non è cambiato e passa per quattro finali». La quinta, a Ponticelli, è stata superata con uno scarto largo: «In un campionato lungo e difficile, pure i dettagli fanno la differenza – prosegue il coach della P2P – in tal senso ritengo importante la vittoria senza set al passivo e con un buono scarto nei parziali. La squadra ha preso il ritmo pian piano e in avvio ha fatto un po’ fatica, provando a gestire invece di affondare il colpo. Siamo stati raggiunti nel punteggio e da quel momento ci siamo svegliati chiudendo il set in nostro favore, 21-25. Nel secondo parziale ho fatto qualche cambio per vivacizzare il gioco e abbiamo trovato una buona distribuzione del pallone con buone percentuali offensive. Il risultato lo dimostra: 11-25 per la P2P sia nel secondo set che nel terzo». In palestra si torna martedì, dopo due giorni di riposo. Veglia indica la strada: «Attenzione, umiltà e determinazione dovranno essere le nostre compagne di viaggio. Solo così potremo ripagare la società che lotta con noi e ci sostiene da agosto».

 

Baronissi, 12 aprile 2015 Ufficio Stampa