CONDIVIDI

pallavolo italvolley

Nella giornata di domani saranno diffusi sul sito federale e successivamente via comunicato stampa gli elenchi degli azzurri per la World League 2015 e per la prima edizione degli European Games (l’Olimpiade continentale che si svolgerà a Baku dal 12 al 28 giugno).

 

EuroVolleyU18W: Seconda sconfitta per l’Italia, la Serbia vince 3-0

 

ITALIA-SERBIA 0-3 (18-25, 17-25, 16-25)

ITALIA: Orro 1, Pamio 1, Lubian 7, Mazzaro 7, Egonu 8, Piani 5, Zannoni (L). Bartesaghi 1, Masiero 1, Carraro 1, Tenti 1. Ne: Mancini, All. Mencarelli.

SERBIA: Lazovic 14, Kocic 14, Sekulic 7, Radmilovic 3, Veselinovic 4, Asonja 5, Milojevic (L). Ne: Martinovic, Jaksic, Milojevic, Tasic, Stojkovic. All: Cakovic

Arbitri: Kovar (CZE), Niklova (SVK)

Spettatori: 100 Durata set: 22’, 21’, 21’

Italia: bs 10 a 5 mv 7 et 28

Serbia: bs 8 a 8 mv 9 et 19

Samokov. Seconda sconfitta consecutiva per l’Italia nei Campionati Europei Under 18 Femminili in corso di svolgimento in Bulgaria. Dopo il ko subìto contro la Russia due giorni fa, dunque, oggi la formazione tricolore si è dovuta arrendere 3-0 (25-18, 25-17, 25-16) alla Serbia. Quella odierna è stata una battuta d’arresto che complica notevolmente il cammino dell’Italia verso le semifinali (la Russia alle ore 17 italiane incontra la Slovenia fanalino di coda del raggruppamento), ma quello che più ha colpito è stato l’atteggiamento remissivo delle ragazze di Marco Mencarelli mai capaci di contrastare la migliore organizzazione di gioco della nazionale serba. Nel complesso l’Italia ha giocato ben al di sotto delle proprie possibilità lasciando campo libero alle avversarie sin dalle primissime battute di un match che sarebbe dovuto essere stato affrontato con ben altro piglio data la posta in palio e la situazione di classifica.

Mencarelli ha effettuato un solo cambio nella formazione iniziale schierando Lubian al centro al posto di Mancini con la diagonale Orro-Piani, altra centrale Mazzaro, Egonu e Pamio schiacciatrici e Zannoni libero. La risposta delle sue atlete non è stata però quella sperata con tutti i suoi effettivi spesso in difficoltà in ricezione, fattore che ha notevolmente condizionato lo sviluppo delle azioni di attacco. Nel complesso troppi sono stati gli errori commessi (28) e anche al servizio le Azzurrine hanno deluso. Durante la gara il tecnico ha provato a mischiare le carte, ma nulla è valso a cambiare l’inerzia di una gara mal giocata. Domani ultimo match della prima fase contro la Germania alle ore 17 italiane.

MENCARELLI: “La squadra ha avuto tanta paura in tutte le situazioni di gioco, timore che non si è risolto neanche gestendo il turn over. Da parte nostra troppa è stata l’insicurezza tecnica. Pesa il fatto di aver commesso tanti errori, ma tutti banali. Onestamente dobbiamo riflettere sulla mancanza di carattere dimostrata in certe situazioni. Non mi è piaciuto l’atteggiamento timoroso”.

ZANNONI: “Sapevamo che loro sono una buona squadra, ma noi non siamo riuscite a trovare le combinazioni giuste, non abbiamo espresso il nostro gioco e siamo andate in confusione. Davvero è stata una prova troppo negativa. Domani dovremo giocare con tutt’altro atteggiamento”.

TENTI: “Avremmo potuto fare molto meglio, con la Russia abbiamo perso, ma il nostro atteggiamento è stato ben diverso. Oggi c’è mancata la grinta giusta, abbiamo sentito troppo la tensione e a certi livelli gli avversari non ti regalano nulla. Domani con la Germania dovremo dimostrare qualcosa di diverso”.

CALENDARIO

28/3: Pool 1 Italia-Slovenia 3-0; Russia-Germania 3-0, Serbia-Grecia 3-0. Pool 2 Polonia-Turchia 2-3, Bulgaria-Rep. Ceca 0-3, Olanda-Belgio 0-3. 29/3: Pool 1 Germania-Slovenia 3-0, Russia-Serbia 1-3, Italia-Grecia 3-0; Pool 2 Rep. Ceca-Turchia 1-3, Bulgaria-Olanda 2-3, Belgio-Polonia 3-1. 30/3: Pool 1 Serbia-Germania 3-1, Italia-Russia 2-3, Slovenia-Grecia 0-3. Pool 2 Olanda-Rep. Ceca 2-3, Polonia-Bulgaria 3-1, Turchia-Belgio 3-1.

1/4: Pool 1 Italia-Serbia 0-3, Russia-Slovenia, Germania-Grecia. Pool 2 Olanda-Polonia 1-3, Bulgaria-Turchia, Rep. Ceca-Belgio. 2/4: Pool 1 Slovenia-Serbia, Italia-Germania (ore 17), Grecia-Russia; Pool 2: Turchia-Olanda, Polonia-Rep. Ceca, Belgio-Bulgaria.

CLASSIFICHE PROVVISORIE

Pool 1: Serbia 4v (12 pt), Italia 2v e 2s (7 pt), Russia 2v e 1s (5 pt), Germania 1v e 2s (3 pt), Grecia 1v e 2s (3pt), Slovenia 3s (0 pt).

Pool 2: Turchia 3v (8 pt), Belgio 2v e 1s (6 pt), Polonia 2v e 2s (7 pt), Rep. Ceca 2v e 1s (5 pt), Olanda 1v e 2s (3 pt), Bulgaria 3s (1 pt).

 

Campionati Europei U19 Maschili: ecco i dodici in partenza per la Turchia

 

Parte domani alla volta della Turchia la nazionale under 19 maschile di Mario Barbiero, che dal 4 al 12 aprile sarà impegnata nell’Europeo di categoria. Gli azzurrini sono stai inseriti nella Pool 1, in programma a Kocaeli, e affronteranno nell’ordine: Polonia, Serbia, Danimarca, Russia e Francia. Nell’altro raggruppamento (Pool 2 a Sakarya) si sfideranno: Repubblica Ceca, Germania, Turchia, Bulgaria, Spagna e Romania.

Alla vigilia della partenza il tecnico azzurro ha reso noto la lista dei dodici atleti che prenderanno parte alla trasferta: Piccinelli, Fantini (Segrate Volley); Cominetti (Vero Volley); Maiocchi (Diavoli Rosa); Galassi (Trentino Volley); Cester (Volley Treviso); Zoppellari, Zonca, Di Martino, Caneschi, Margutti, Tofoli (Club Italia).

LO STAFF – Lo staff sarà composto dall’allenatore Mario Barbiero, il vice Bruno Morganti, l’assistente allenatore Federico Fagiani, il medico Carmine Costabile, il fisioterapista Christian Lamberti, il preparatore atletico Matteo Russo, lo scoutman Andrea Carbone e il team manager Enrico Cecamore.

PALLAVOLO COMUNICATO FEDERALE DEL 1 aprile 2015 a cura dell’ufficio stampa Fipav