CONDIVIDI

festa due principati

Nella Domenica delle Palme non c’è “pace” per la Due Principati che fa harakiri in casa e si fa superare al tie break da Pozzuoli (2-3). Sotto di due set giocati male, Baronissi c’ha messo cuore ed attributi ed ha portato le flegree al quinto set ma sull’economia del match ha pesato, alla lunga, l’enorme dispendio di energie prodotto per venire a capo di una partita giocata col fiatone, con l’obbligo di rincorrere.

L’avvio delle irnine è diesel: la P2P non decolla in attacco ma resta in scia e va di mestiere finché riesce a beneficiare dell’errore di Pozzuoli. Le ospiti sbagliano due battute e sparano out un attacco, poi la Due Principati passa in vantaggio – stringendo i denti – con un bel diagonale di Anna Pericolo quando prende le misure al muro avversario (5-4, poi 7-5). Dopo il contro break di Pozzuoli (8 pari) servono la freddezza di Troncone per far breccia due volte di fila nella difesa flegrea e poi un tocco di Pericolo per restituire a Baronissi un risicato vantaggio al tempo tecnico (12-10). Ma il set non ha ancora un padrone e la partita è lunga: occorrono concentrazione e pazienza contro Pozzuoli che ha la fama di ammazza-grandi e in campionato ha già violato il palazzetto di Pontecagnano. Infatti coach Veglia deve interrompere il gioco e chiamare tempo quando le ospiti rimettono la freccia del sorpasso (13-14). La P2P si desta e contro sorpassa (16-14). Coach Maggipinto non sta a guardare: il time out e le nuove istruzioni valgono lo 0-4 di Pozzuoli (16-18) al rientro in campo. Non è finita: Della Sala firma il 18 pari e in uno dei rari muri del primo set la Due Principati si riporta in vantaggio con Rago che poi trova anche l’aces (20-18). Potrebbe arrivare la fuga di Baronissi e invece Pozzuoli si riporta in avanti (20-21). Pericolo d’orgoglio impatta, De Chiara s’avvita e pulisce una fast complicata (22 pari) ma Viscito è sfortunata quando spara in rete la battuta del potenziale sorpasso (22-23), e poi Troncone non riesce a tenere in campo il pallone del possibile 24 pari. Così Pozzuoli s’aggiudica il primo set per 23-25.

L’approccio della Due Principati è negativo anche nel secondo parziale. In pochi istanti, infatti, le avversarie flegree scappano via (0-6) e Baronissi fa solo in tempo a limitare i danni al time out tecnico riducendo lo scarto (8-12). Occorrerebbe la miglior Pericolo per risalire la china ma la “bomber” della P2P è spesso raddoppiata a muro. Occorrerebbe trovare rapide soluzioni al centro e la Due Principati ci prova ma Pozzuoli è squadra tosta, tonica, agonisticamente in palla. Pericolo prova lo strappo decisivo in battuta ma stavolta il servizio non è alleato e finisce out (15-20). Coach Veglia mischia le carte: manda in campo Viscito, che trova una fiammata sul mani-fuori del 17-21, e poi alza il muro con Cantarella. Però Pozzuoli ha l’inerzia e vince anche il secondo set per 18-25.

Punta nell’orgoglio, costretta alla rimonta, la Due Principati attacca a testa bassa nel terzo set e soprattutto toglie il tappo psicologico che l’aveva frenata per un’ora di gioco. La partenza è rabbiosa e il risultato è 12-8 per le irnine al tempo tecnico (in mezzo un tentativo di rimonta di Pozzuoli che rosicchia quattro punti dal 10-4). Alla ripresa, subito Rago trova il punto in primo tempo e poi Viscito è brava a ritrovare l’equilibrio accorciando il passo da posto 4 per il fendente del 14-8. E’ carica la P2P, ha fame, ora non molla. Viscito è devastante in battuta e trova quattro aces; si destano le altre bocche da fuoco e Pericolo ritrova i colpi dei momenti migliori. Chiude in fast De Chiara riaprendo la partita (25-13).

Nel quarto set si riparte dalla fast di De Chiara e dalla buona vena al servizio di Viscito che trova anche un aces. Pozzuoli, però, è squadra tosta, organizzata e si riporta in vantaggio. Baronissi rincorre (9-12) e coltiva dentro di sé la speranzella di una rimonta che trova dopo un coraggioso inseguimento. Si decide tutto in battuta, nel bene e nel male per entrambe le formazioni. Fino al 15-19, Pozzuoli è in fuga grazie a quattro errori al servizio della P2P e due aces. Poi le ospiti commettono un sanguinoso errore al servizio sul 20-22 e Baronissi risorge. Trova i vantaggi col cuore, con un carattere bestiale, decisa a non mollare mai. Al servizio si presenta Viscito, conserva il primo e poi fa aces al secondo (26-24). Si va al tie break.

8-6 per Baronissi al cambio campo grazie al muro di Rago. Poi aces di De Chiara e time out del coach di Pozzuoli, Maggipinto. Il muro di Pericolo porta avanti di 4 punti la P2P (11-7) ma dopo il time out Pozzuoli ritorna in corsa incredibilmente con cinque punti di fila, fino all’11-12. Si gioca punto a punto sulla forza dei nervi fino al 13 pari. Poi Pozzuoli piazza gli ultimi due colpi di reni e vince la partita (13-15).

Adesso il campionato va in letargo per la pausa pasquale. Si riprende l’11 aprile, ore 18.30: Due Principati di scena a Napoli contro Molinari Ponticelli, nella prima di due trasferte consecutive.

Ufficio Stampa