CONDIVIDI

GUERRIERO LUVO ARZANO         3

SIGEL PALLAVOLO MARSALA     2

(22-25; 16-25; 25-20; 25-19;  15-10)

GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 18, Rinaldi (L), Cozzolino 4, Vinaccia 14, Russo 13, Lauro 21, Maresca9, Del Vaglio 1, Pinto (L). Non entrate: Amitrano,  Ammendola, Passante. All. Caliendo

SIGELA PALLAVOLO MARSALA: Ognibene 2, Giombetti (L), Antonaci 8, Agola 8, Culiani 14, Gennari 2, Marino , Pinzone 14, Ruberti 20. NE: Spanò. All. Campisi.

Note. Durata set: 23’24’; 29’; 27’; 16’.  Battute sbagliate Arzano: 5, Battute sbagliate Marsala: 3. Battute punto Arzano: 10;  Battute punto Marsala: 5. Spettatori: 200 circa.

image

ARZANO – Sofferta vittoria della Guerriero Luvo Arzano ai danni della Sigel Marsala. La squadra di Caliendo, sotto di due set, vince in rimonta una gara segnata dagli stessi errori e deconcentrazioni che hanno condizionato questa prima parte della stagione. Caduta a terra l’ultima palla resta il dubbio se essere soddisfatti del successo ottenuto oppure rammaricati per il punto lasciato alle siciliane.

“Abbiamo superato il blocco psicologico che ci ha bloccato in tutte le altre occasioni- commenta Luciana Lauro a fine partita-. Spesso ci siamo fermate dopo aver subito due o tre punti e questa volta non è andata così. Avevamo vinto una sola partita in questo campionato contro avversarie oggettivamente più scarse. Questa sera c’è stata la reazione che serviva e che ci fa ben sperare per il futuro.

Inizio partita praticamente in equilibrio. Dopo il 3-0 iniziale, il coach ospite ferma il tempo e rimette ordine fra le sue fila. Punto dopo punta le ospiti rientrano in partita e riescono addirittura a mettere il naso avanti in corrispondenza del primo time-out tecnico (7-8).

Inizia a questo punto un film già visto con la Guerriero Luvo Arzano che inizia a commettere la solita serie di errori. Le ospiti siciliane non si fanno pregare e guidate dall’ottima vena della Ruberti (6 punti nel primo parziale) mettono a segno la serie giusta per conquistare la vittoria 22-25.

Anche il secondo set è condizionato dai numerosi errori commessi dalla squadra di casa. Clamoroso l’andamento nella parte centrale del set che consente alle ospiti di allungare di ben 5 lunghezze (14-19). Caliendo sostituisce la palleggiatrice Cozzolino con Del Vaglio, subito dopo ferma il tempo (15-21) urlando sonoramente all’indirizzo di una squadra spenta.

Staffetta anche fra i liberi con Pinto che rileva Rinaldi. Non accade nulla e Marsala continua spietatamente cad allungare con Tuliani (16-24). Un muro perfetto della Pinzone decreta la fine dell’incontro dopo 24’ di gioco.

Lucidità e precisione ritornano nelle fila della Guerriero Luvo Arzano nel corso del terzo set. La strigliata operata da coach Caliendo dà i suoi frutti e le ragazze di casa cominciano a macinare punti. Tocca a Campisi mischiare le carte e dare respiro alle sue ragazze migliori.

Il divario diventa sempre più ampio e così l’Arzano può finalmente accorciare le distanze.

Inizio choc della Guerriero Luvo Arzano nel quarto set (1-6). Caliendo non può fare altro che riprendere la linea dura e fermare il tempo. Gli errori non aiutano la rimonta arzanese, disturbata anche da qualche scaramuccia sottorete fra capitan Campolo e il primo arbitro per decisioni non condivise (8-16).

Tutti fattori che fanno scatenare la voglia di rivincita delle arzanesi che si rimboccano le maniche e tentano l’impresa disperata. Supportate anche dal pubblico che finalmente ha di che riscaldarsi la rimonta è completa (17-17). Una palla che balla sulla rete prima di cadere dal lato siciliano aiuta Lauro a portare la Guerriero Luvo davanti. Le ospiti spariscono dal campo, chiude la migliore di questo scorcio di partita Luciana Lauro: 25-19, si va al tie-break.

L’ultimo set si gioca a viso aperto. Le due squadre si inseguono nel punteggio (8-6) fino al cambio campo, poi non c’è più partita (14-7). Chiude Lauro dopo tre palle match fallite.

PALLAVOLO Guerriero Luvo Arzano

Roberto Esse