CONDIVIDI
Exton Volleyball Aversa
Aversa - Pala Jacazzi, riscaldamento Exton Volleyball Aversa - Pallavolo Jolly Cinquefrondi
Aversa – Pala Jacazzi, riscaldamento Exton Volleyball Aversa – Pallavolo Jolly Cinquefrondi

 

E’ bastata poco più di un’ora e trenta alla squadra del presidente Di Meo per guadagnare i primi tre punti della stagione e battere 3-1 (25-11; 25-22; 17-25; 25-14) la Bcc Mand’or Jolly Cinquefrondi. Più di Quattrocento gli spettatori che hanno potuto assistere alla prima cavalcata normanna della stagione. Tanta l’emozione di tutti i giocatori scesi in campo: dall’una e dall’altra parte della rete ci sono ritrovate due delle matricole del girone C di B1 ma, se da un lato, l’Exton ha dichiarate aspirazioni che profumano di A, i calabresi hanno obbiettivi di tutt’altra caratura e così, per questa prima uscita di campionato, il risultato dei quattro set andati in scena al PalaJacazzi di Aversa  non ha fatto altro che dimostrare i rispettivi obbiettivi.

Sono partiti bene i ragazzi di coach Draganov. Orfani di Figliolia, punta di diamante della campagna acquisti estiva che ha lasciato Aversa a soli quattro giorni dall’inizio del campionato, Montò e compagni hanno fatto di tutto per non far pesare la sua assenza e ci sono riusciti. Pulito il gioco che hanno espresso dai normanni in prima battuta che si sono ritrovati di fronte, almeno per il primo set, una squadra che è sembrata non esser mai scesa dal pullman. Polimeni, tecnico Cinquefrondi, ha fatto la voce grossa in più occasioni con i suoi ragazzi ma nulla di fatto, Rispoli blocca il punteggio del primo parziale sul 25-11. Un gap profondissimo, quello scavato dai ragazzi del presidente Di Meo che nel secondo set hanno forse patito qualche  momento di rilassatezza che, assieme ad una ritrovata fiducia da parte dei calabresi, hanno reso il secondo parziale molto più equilibrato. Dopo l’1-2 di Montò, infatti,  si è viaggiato sul filo di lama  fino al sedici pari, momento dopo il quale, Peppe Scialò, l’opposto dai mille volti, ha messo a terrà i palloni più pesanti del set, se non del match, trascinando i suoi alla vittoria del parziale (25-22). Ma, proprio quando il quadro è apparso più roseo che mai, una tavolozza di colori cupi ha colpito  in pieno volto i normanni. Nel terzo set in casa Exton c’è stato un vero e proprio blackout. I giovani della Jolly Cinquefrondi (età media scesa in campo 21 anni) hanno iniziato a battere bene e a prendere le misure all’avversario. E’ stato un Mariella show. Il giovanissimo palleggiatore di origini pugliesi, classe 95,’ ha distribuito il gioco da veterano,  dando il meglio di se anche nella fase difensiva e proponendosi a muro, con i suoi 198 cm, come vero e proprio incubo per gli aversani. Il terzo set è terminato 25-17 per gli ospiti che nel quarto ed ultimo parziale,  però, hanno dovuto fare i conti con il gran carattere dei ragazzi di coach Draganov. Dopo lo schiaffo del terzo game, i normanni si risvegliano dal torpore. Il forte opposto calabrese, Polimeni, carico di adrenalina a pallettoni, sbaglia ciò che non deve, mentre, dall’altra parte del campo si è decisi a non lasciare spazio  nessuno. Sono risaliti in cattedra Rispoli e Scialò e la vittoria  è arrivata sul 25- 14 con i calabresi già sotto la doccia. Tre punti d’oro per l’unica squadra di B1 maschile campana che da lunedì si preparerà per la prima delle due trasferte siciliane: appuntamento a Gela Domenica 26 Ottobre h 18.00.

EXTON VOLLEYBALL AVERSA: Di Giorgio 1, Scialò 17, Libraro 2, Falanga 5, Rispoli 12, Montò 4, Giacobelli 13, Bisci (L), Ardito, Di Santi, Saccone, Lombardi (L2). All.: Draganov. Vice All.: Della Volpe.

BCC CITT MANDOR CINQUEFRONDI: Blanco 7; Scopelliti 3, Palmeri 18, Boscaini 9, Di Pasquale 6, Mariella 4, Davoli (L), Burriesci, Ritacco, Pedepalumbo, Cimino, Concolino, Galiano (L2). All.: Polimeni. Vice All.: Giglietta.

 

Antonella Manfellotto