CONDIVIDI

Cardaci: “Testa e cuore per battere Conversano”

Cardaci Jomi Salerno

Nella terza giornata della Poule Play Off di serie A1 femminile si ritroveranno ancora una volta di fronte la Jomi Salerno e l’Indeco Conversano, due delle protagoniste più accreditate della massima serie. Una sfida infinita tra le salernitane e le campionesse pugliesi che, così come lo scorso anno, stanno letteralmente dominando la stagione avendo già conquistato la Supercoppa a Settembre (proprio contro Salerno) e la Coppa Italia nella finale di Teramo contro il Cassano Magnago. Una lunga striscia di vittorie per il Conversano che fin ora ha perso una sola gara, al termine dei tempi regolamentari, proprio a Salerno nello scorso mese di ottobre quando capitan Coppola e compagne si imposero per 29 a 26. Altra mezza battuta d’arresto per le pugliesi è arrivata a dicembre con il pareggio contro la Gommeur Team Teramo di mister La Brecciosa, ma da quel momento in poi sono stati solo e sempre successi. Per la Jomi Salerno, invece, una striscia iniziale di ben dodici vittorie consecutive e successivamente tre sconfitte consecutive alla ripresa dopo le vacanze natalizie, che hanno di fatto permesso a Barani e compagne di conquistare la vetta della classifica. “Ogni gara ha la sua storia – afferma il tecnico della Jomi Salerno, Salvo Cardaci. La compagine pugliese ha sin qui confermato i pronostici, è sicuramente la formazione da battere, ma è chiaro che le mie ragazze non partono sconfitte. Davanti al pubblico amico proveremo a fermare la corsa della capolista”. La compagine salernitana dovrà fare a meno del terzino italo – argentino Amelia Belotti, dell’ala sinistra Pina Napoletano e della centrale Jovana Jokanovic. Assenze pesanti che potrebbero condizionare il rendimento della squadra… Sicuramente sono assenze troppo importanti per il nostro gioco – prosegue coach Salvo Cardaci. Abbiamo già fatto di necessità virtù, le vittorie ottenute in terra lombarda contro Cassano Magnago ed Ariosto Ferrara tra le mura amiche hanno confermato che la Jomi Salerno è dura a morire. Seppure con una fisionomia diversa, abbiamo trovato una quadratura che ci permette di lottare nonostante le defezioni”. Infine cosa si aspetta dal big match in programma sabato sera alla Palestra Palumbo“Dobbiamo giocare con la testa e con il cuore. Non partiamo con i favori del pronostico ma abbiamo già dimostrato che con cuore ed applicazione tattica si possono disputare gare importanti”.