CONDIVIDI

1

TORRE ANNUNZIATA – La Fiamma Torrese ha partecipato alla festa in onore di Irma Testa, primo pugile donna italiana a qualificarsi perl’Olimpiade di Rio De Janeiro.

Le giovani pallavoliste oplontine, capeggiate da mister Adele Salerno, si sono recate al gran completo alla kermesse che si è svolta nella serata di martedì 19 Aprile all’Hotel Vittoria di Pompei e hanno portato in dono alla campionessa di Torre Annunziata una maglia della Fiamma Torrese.

Grandi sorrisi, selfie e foto ricordo tra atlete che rappresentano degnamente, ovviamente in sport differenti e a livelli differenti, il meglio che possa offrire la città di Torre Annunziata.

Una delle torresi d.o.c. della Fiamma, Cristina Marinelli, spiega cosa significa la partecipazione a questo evento: “Tutte ci tenevamo a venire a questa festa per omaggiare Irma Testa – esordisce la giovane centrale-,  che rappresenta una eccellenza nello sport, non solo a Torre Annunziata ma nel mondo intero”. “Noi come sportive – continua Cristina Marinelli–  sappiamo le difficoltà  che si incontrano nei nostri territori per fare sport, per questo motivo siamo ancora più vicine ad Irma Testa e facciamo un tifo sfegatato per lei. Sabato scorso abbiamo voluto dedicarle la vittoria, un piccolo gesto ma fatto con il cuore”. “Noi ragazze ci riteniamo fortunate- conclude- perché la Fiamma Torrese è un po’ una oasi felice, una grande famiglia dalla società, allo staff fino a Nunzio il Cigno, che ormai è parte integrante del gruppo. Un grosso ringraziamento va anche ai nostri tifosi che ci sono stati sempre vicini”.