CONDIVIDI

porzio

“Già so come sarà l’Acquachiara tra dieci anni”, ha detto Franco Porzio stamattina ai 200 studenti universitari che stavano davanti a lui. Uno di questi ragazzi ha chiesto la parola, si è alzato e ha risposto: “Allora lei non avrebbe mai potuto fare il politico, visto che ha intenzione di mantenere fede ai suoi progetti”.

E’ stato questo il minuto più divertente dell’ora e mezza di lezione che il presidente onorario dell’Acquachiara ha tenuto agli studenti dell’Università Parthenope. L’incontro, organizzato dalla prof.ssa Paola Briganti, docente di Organizzazione Aziendale e Comportamenti Organizzativi, è stato preceduto dal saluto del Prof. Domenico Tafuri, presidente del corso di laurea di Scienze Motorie.

Novanta minuti nei quali, stimolato dalle domande degli interessatissimi studenti, Franco Porzio ha raccontato la sua vita di atleta ed imprenditore. Comun denominatore di queste “due vite” la domanda più interessante: “Come riesce a gestire la pressione psicologica nei momenti di difficoltà?”. Ecco la risposta: “Per carattere, sono proprio queste le situazioni in cui ho sempre dato il meglio di me stesso: oggi nella mia attività d’imprenditore, in passato nella mia carriera di pallanuotista”. E Porzio ha evocato, ad esempio, la vittoria olimpica di Barcellona ’92 nella quale, come tutti gli appassionati di pallanuoto sanno (ma purtroppo gli studenti universitari di oggi no), il Settebello di Rudic ebbe la meglio sulla Spagna dopo sei tempi supplementari in una gara caratterizzata da un quoziente di difficoltà altissimo: “Giocammo davanti a 10.000 tifosi che non aspettavano altro che portare in trionfo i propri atleti. C’era in tribuna il re Juan Carlos di Bordone e a bordovasca un arbitro che fece di tutto, ma proprio di tutto per complicarci la vita”.

Una vita non certo facile per chi, come gli studenti napoletani, è costretto a fare i conti giorno dopo giorno con le problematiche di una città “che ha potenzialità enormi, purtroppo sfruttate solo in minima parte”, ha concluso la sua lezione Franco Porzio aggiungendo un consiglio: “Con la buona volontà, con la voglia di fare, è possibile però superare qualsiasi tipo di ostacolo”.

Fonte: Uffcio Stampa Carpisa Yamamay Acquachiara