CONDIVIDI

  
Procede spedita e senza particolari intoppi la preparazione della Jomi Salerno. 

Alternando le sessioni di lavoro tra il Terzo Tempo di San Mango Piemonte e la Palumbo, la squadra agli ordini dello staff guidato da Salvo Cardaci sta rispettando il cronoprogramma fissato ad inizio stagione. Immancabili anche i primi acciacchi immediatamente tamponati dallo staff medico e monitorati con estrema attenzione dal gruppo Forte da quest’anno partner della squadra pluricampione d’Italia. 

A fare le spese dei pesanti carichi di lavoro è stato il capitano Antonella Coppola, per lei solo 

qualche giorno di stop, mentre Lorenza Benincasa continua a lavorare a parte dopo l’intervento al ginocchio effettuato al termine della stagione. Atmosfera frizzante ed 

entusiasmo contagioso da parte dei due volti nuovi della Jomi 2015/16, il terzino Ceklic e il porte Ferrari (nella foto) rapidamente integratesi all’interno di un gruppo che ha tutta l’intenzione di recitare un ruolo da protagonista nella stagione ormai alle porte, mentre la serba Jokanovic non aveva bisogno di particolari integrazione avendo già giocato metà dello scorso campionato a Salerno. 

Si avvicinano, intanto, i primi impegni ufficiali. Sabato la Jomi sarà di scena in Abruzzo per partecipare ad un triangolare organizzato dalla matricola Team Teramo ed al quale è stato invitato anche l’ambizioso Casalgrande. Settimana prossima, 5 e 6 settembre, le salernitane, invece, saranno a Casalgrande per prendere parte alla 33ma edizione del torneo “Ente Fiera”, Trofeo Certech, prestigiosa kermesse alla quale quest’anno prenderanno parte, oltre alle padrone di casa e Jomi, anche il Team Teramo, il Mestrino ed il Ferrara; 

vere e proprie prove generali in vista del massimo campionato e, per quanto riguarda la Jomi, della gara di Supercoppa in programma sabato 12 settembre a Conversano. 

“Stiamo lavorando bene – osserva il tecnico Salvo Cardaci – non posso che essere 

soddisfatto dell’impegno del gruppo e della grande attenzione delle ragazze. 

Ambiente splendido, gruppo eccezionale – aggiunge Cardaci – sono davvero soddisfatto, non aggiungo altro. Ora andremo alle prime verifiche del campo con i tornei di Teramo e Casalgrande e sarà importante verificare contro squadre della nostra stessa categoria a che punto siamo”.

Jomi