CONDIVIDI

beachgolf2

Domenica 20 luglio in programma la undicesima edizione della tappa napoletana.

Nel complesso turistico di Bacoli si affronteranno i migliori specialisti italiani

Un compleanno importante da festeggiare nel migliore dei modi.

La tappa napoletana del Beach Golf Tour compie undici anni e la MB3 Solution la società organizzatrice dell’evento, ha deciso di regalare agli appassionati, agli sportivi e ai semplici curiosi che assisteranno alla prova, delle importanti novità nella prima tappa dell’estate 2014 del tour italiano, in programma domenica 20 luglio al Nabilah di Bacoli con inizio fissato alle 13.

L’attenzione sarà focalizzata ovviamente sulla gara, una serie di eventi legati allo sport, al turismo e al glamour e che vedrà di fronte i migliori specialisti nazionali: una sfida all’ultima buca tra venti squadre composte ognuna da due concorrenti, un neofita ed un professionista del golf.

Il percorso si snoderà lungo l’intero complesso turistico del Nabilah: nove buche da percorrere con andata e ritorno, vince chi al termine della prova ha impiegato meno colpi per completare il circuito, disegnato tra ombrelloni, piscina, bunker di sabbia, sdraio, lettini e tra i bagnanti usuali e quelli ospiti della manifestazione.

Le mazze da golf sono quelle tradizionalmente usate sui green di tutto il mondo, a cambiare è la pallina: quella usata per la prova su spiaggia è decisamente più leggera rispetto alla tradizionale in quanto è in poliuretano espanso del peso di soli 35 grammi.

A garantire la sicurezza degli spettatori e allo stesso tempo a fungere da angeli custodi dei golfisti da spiaggia, ci saranno 80 caddie girls, bellissime ragazze che accompagneranno gli sportivi da una buca all’altra insieme a dieci istruttori pronti a soddisfare ogni curiosità anche dei singoli appassionati presenti.

Valerio Tremiterra, insieme a Luigi Balsamo e Francesco Sangiovanni, titolari della MB3 Solution e organizzatori della manifestazione, non si sono limitati a mettere in palio il trofeo per la coppia prima classificata.

Durante il percorso, infatti, saranno assegnati trofei anche a chi dovesse vincere gli “special games”, come il drive contest (la prova di potenza), che serviranno a dare punti per la classifica finale; ovviamente non mancheranno le prove riservate ai dilettanti-neofiti.

Un’attenzione particolare sarà dato poi all’ambiente: grazie alla collaborazione con la ditta “Di Gennaro Spa”, verranno predisposti lungo il percorso dei contenitori speciali per promuovere e incentivare la raccolta differenziata.

Un compleanno che si rispetti non può che essere festeggiato per un lungo periodo.

Ed allora spazio anche ad un po’ di glamour e relax nel pool party che si terrà dopo la gara tanto attesa lungo la spiaggia del Nabilah alla presenza di vip, di giocatori e delle bellissime hostess.

Quest’anno, poi, la prima tappa del Beach Golf Tour può contare sulla collaborazione con la rivista “I’M magazine”, edita e curata dall’attore Maurizio Aiello, che ha accettato con entusiasmo il coinvolgimento nell’ambito della manifestazione.

 

Napoli, 16 luglio 2014

Per ulteriori informazioni

Lorenzo Crea

 

CONCEPT

Il BEACH GOLF nasce come uno studio di marketing, con il fine di stravolgere la concezione che identifica questo sport come elitario e costoso, creando attività sulle spiagge che rappresentino una sintesi tra promozione turistica e gioco del golf.

Per far avvicinare a questo sport i giovani si è deciso di organizzare iniziative speciali, immerse in un contesto divertente e rilassante. Ciò ha permesso ad un grandissimo numero di persone di partecipare a questa esperienza sportiva in completo relax e senza timori reverenziali.

beachgolf1

Evento nuovo e dinamico il BEACH GOLF presenta un campo di gioco assolutamente unico ed originale.

Numerosi gli elementi relativi al progetto sui quali è possibile trovare alcuni spunti di interesse, come la particolarità del campo che si snoda su due km di litorale sabbioso (la più grande autorizzazione mai concessa da parte del Ministero dei Trasporti e della Navigazione).

La finalità ultima è di far uscire il golf dai propri circoli e farlo incontrare con la gente di ogni età, sensibilizzare la popolazione verso questo meraviglioso sport  immerso in magnifici ambienti naturali.

Il BEACH GOLF è studiato in modo da gestire in maniera personalizzata le singole necessità dei partner diventando un efficace e flessibile strumento di contatto e visibilità.

Il segreto del successo è nella capacità di sfruttare le potenzialità offerte dall’Evento, creando un’accattivante ed imprevista serie di momenti e di intrattenimento oltre che di promozione.

In definitiva qualsiasi idea potrà essere facilmente realizzata, essendo questo un evento dinamico e coinvolgente avendo come suggestivo contorno l’allegria e la spensieratezza della vita in spiaggia, un luogo di aggregazione ed idoneo ad ogni tipo di allestimenti.

Con i suoi 60.000.000 di praticanti, il golf si posiziona in testa a tutte le classifiche degli sport considerati più in voga, superando anche il basket ed il calcio.

In Italia la situazione e bloccata ancora a 60.000 tesserati anche se, a detta della maggioranza degli esperti del settore siamo tra gli Stati con il più alto potenziale di sviluppo.

E’ un progetto “plasmabile” poiché si adatta perfettamente a qualsiasi esigenza di comunicazione, divenendo il mezzo giusto per qualsiasi operazione.

E’ l’azienda che scende in piazza in momenti di grande aggregazione.

Ostacoli naturali, quali persone ed oggetti, caratterizzano il percorso di gioco.

Il pubblico non è semplice spettatore ma parte essenziale del gioco stesso.

Nuovi elementi sono aggiunti ogni anno al progetto iniziale per ottimizzare le esigenze di visibilità dei partner.

Il campo di gioco, sul quale si affrontano 30 squadre composte da due giocatori ciascuna, si snoda su un percorso di circa due chilometri di litorale sabbioso.

Ogni squadra sarà accompagnata per assicurare la sicurezza da 3 hostess (120 hostess in totale a tappa) che, reggendo una fascia di protezione, impediscono al pubblico circostante di avvicinarsi allo swing del giocatore.

Lungo il percorso vengono realizzate delle originali e divertenti prove speciali realizzate ad hoc per le Aziende Partner.

Si gioca con delle palline di lycron espanso assolutamente innocue, dal peso di 35 grammi.

Una sola buca posizionata alla fine del percorso dove viene posizionato il quartier Generale dell’Evento ed il Villaggio commerciale.

La squadra vincitrice sarà quella che arriverà alla buca finale con il minor numero di colpi, come agli albori del golf.

 

www.mb3solution.itwww.beachgolf.net

Beach Golf & Turismo

 

Il Beach Golf nasce, così, come uno studio di marketing, con il fine di stravolgere la concezione che identifica questo sport come elitario e costoso,  creando attività sulle spiagge che rappresentino una sintesi  tra promozione turistica e gioco del golf.

Per far avvicinare questo sport sia gli adulti che i giovani si è deciso di organizzare iniziative speciali, immerse in un contesto divertente e familiare. Ciò ha permesso ad un grandissimo numero di persone di partecipare a questa esperienza del golf in completo relax e senza timori reverenziali.

Al golf  sono legati  alcuni tra i più grandi business di mercato, tra i quali un posto rilevante spetta a quello turistico. Un dato ormai noto e riconfermato ultimamente alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, evidenzia che il turismo golfistico genera circa 30 volte di più di quello convenzionale. Proprio nel corso della B.I.T. del 2000, il presidente dell’E.N.I.T. (Ente Nazionale Industria e Turismo) ha presentato il progetto del Beach Golf come quello che più di tutti è riuscito a dare visibilità alle coste italiane.

L’interesse  principale è sicuramente quello di avere a disposizione il più grande palco  dello spettacolo mai utilizzato dal mercato, e di riuscire a coinvolgere un numero estremamente elevato di spettatori nonostante l’evento sportivo sia del tutto sconosciuto.

Il segreto del successo, sarà nella capacità di sfruttare le potenzialità offerte dall’Evento, al fine di creare un’accattivante ed imprevista serie di  momenti di intrattenimento e di promozione.

In definitiva qualsiasi idea potrà essere facilmente realizzata, essendo questo un evento dinamico e coinvolgente, e avendo come suggestivo contorno l’allegria e la spensieratezza della vita in spiaggia, un luogo aggregante ed idoneo ad ogni tipo di allestimento.

Il turismo potrà, quindi,  essere promosso al di là dei canoni tradizionali. Una località non è solo monumenti, chiese o piazze, ma è anche ambiente, mare e sabbia che possono essere lanciati o semplicemente valorizzati da un evento dinamico e travolgente come il Beach Golf.

Squadre di aitanti golfisti professionisti e dilettanti che seguiti da 120 Caddy Girls (hostess) cercheranno di coinvolgere tutte le persone presenti attraverso uno sport praticato finora su ampie distese di verde. Due Km di passerella sabbiosa da attraversare interamente cercando di arrivare con minor colpi possibili al traguardo. Due Km, quindi, che permetteranno l’interazione e il coinvolgimento di una moltitudine incredibile di gente, che farà ricordare il luogo come posto di allegria, fantasia e sport, ma soprattutto che farà crescere la voglia di ritornare. Il Beach Golf, infatti, darà la possibilità di conoscere il popolo delle località di svolgimento dell’evento, permetterà di trovare nuovi amici e vivere quindi la spiaggia in maniera inusuale,nuova e originale. Si pensi alla simpatia di tutti i partecipanti, che dovranno superare ostacoli quali ombrelloni, sdraio e bagnanti, non attraverso lo sguardo del combattente che vuole a tutti i costi vincere, e salire sul podio, ma con gli occhi sorridenti, che magari guardando una ragazza incuriosita chiedono di unirsi al gioco, e cosi facendo insegnarle al tempo stesso quelle che sono le tecniche base del gioco del golf, per molti sconosciuto e considerato poco incline alla esigenze dei giovani di oggi. Un gioco che si propone sulle spiagge come innovativo ed informale, dove chiunque può unirsi ed essere coinvolto da tutta l’atmosfera che circonda la gara, dove tutti sono partecipi e nessuno viene escluso. La gara attraversa spazi immensi, non circondati da reti e selciati, facendo breccia nel cuore dei turisti che finalmente si divertono, proprio perché la situazione che si viene a creare diviene familiare, perché l’importante non è partecipare ma far partecipare.

La promozione di un territorio o di una città a vocazione prettamente turistica dovrebbe passare dalla possibilità di poter proporre un calendario di eventi e iniziative che la rendano visibile a livello nazionale e negli anni anche a livello internazionale.

Molte volte infatti l’elemento che fa fare il salto di qualità ad una meta di villeggiatura è proprio l’offerta di eventi che la possano porre al primo posto nel panorama turistico di riferimento; questo tipo di offerta però costituirà un vantaggio competitivo rispetto ad altre mete di villeggiatura nel momento in cui sarà continuativa nel tempo. ( mettete che a Napoli siamo arrivati alla decima edizione ).

Il Beach Golf si sviluppa nell’arco di una settimana comprendendo un gran gala, una conferenza stampa e quattro night party, tutti momenti dove la promozione turistica può essere legata all’evento.

Questa è la sfida che le amministrazioni locali dovrebbero porsi cercando di coinvolgere l’imprenditoria in una scommessa sicuramente ardua ma percorribile. Visti infatti i numeri che questo evento ha veicolato in questi anni, la scelta magari di collocarlo in un particolare contesto, può essere la chiave per rivalorizzare una parte del litorale finora meno ricettiva.

Spiaggia e sport, divertimento e competizione, fascino e bellezza, party sulla sabbia con balli scatenati ed eleganti gala, sono solo alcuni ingredienti che compongono la miscela esplosiva dell’evento Beach Golf, un evento da vivere a cui non rinunciare, dal ritmo sfrenato ed impetuoso che lascia senza respiro, che permette di imparare a giocare a golf, ma anche di conoscere gente speciale, simpatica e con tanta voglia di stare insieme.