CONDIVIDI

Le Vele d'Epoca a Napoli 2014

NAPOLI, 6 luglio 2014 – Si è conclusa quest’oggi l’undicesima edizione di Le Vele d’Epoca a Napoli – Panerai Classic Yachts Challenge, la regata organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia con la collaborazione di Sport Velico Marina Militare e Associazione Italiana Vele d’Epoca. L’appuntamento annuale, che rientra nel calendario della V zona Federvela, è stato come da tradizione riservato a yacht d’epoca (anno di varo anteriore al 1952) e yacht classici (varo anteriore al 1976). Hanno partecipato 34 scafi e circa 450 tra armatori e velisti provenienti da Italia, Irlanda, Gran Bretagna, Norvegia, Spagna, Francia e Stati Uniti.

Sono stati quattro giorni di sport ed eventi. Gli scafi venerdì sono arrivati fino al Golfo di Pozzuoli, mentre oggi hanno dato vita alla parata navale con saluto alla nave scuola Palinuro. Inoltre quest’anno, per la prima volta il Savoia è “sbarcato” a Castel dell’Ovo per un convegno sul restauro delle barche d’epoca seguito da una cena alla quale hanno preso parte 400 persone. Da segnalare anche la prima “Regata dei presidenti”, che sabato mattina ha visto il numero uno del Savoia Carlo Campobasso sfidare e battere il presidente del circolo Italia, Roberto Mottola, a bordo dei Dragoni Ausonia e Freja.

Le Vele d'Epoca a Napoli 2014

“Un ringraziamento speciale va agli sponsor che ci hanno sostenuto: su tutti Officine Panerai, e poi Eccellenze Campane, Maison Cilento, Ottica Sacco, Tarallificio Leopoldo, Cupiello, Cbl Grafiche, Pasta Buondonno e Studio La Scala. È stata la mia prima edizione da presidente ed ho vissuto grandi emozioni, al punto da salire su un gommone il primo giorno di regate per ammirare da vicino questi Stradivari del mare e da sfidare Mottola sui Dragoni”. Il Savoia ha partecipato con Bufeo Blanco del socio Giuseppe Marino e Manta di Ernesto Irace. “Due splendidi scafi per due grandi appassionati. Abbiamo celebrato i 30 anni di amore tra Manta e Irace con una torta speciale. L’appuntamento è per il 2015, con un’edizione ancora più bella”.

 

Ecco dunque i vincitori nelle rispettive categorie dell’undicesima edizione di Le Vele d’Epoca a Napoli – Panerai Classic Yachts Challenge:

 

YACHT D’EPOCA < 180

1° Classificato: Chinhook di Graham Walker

2° Classificato: Manitou

3° Classificato: Cholita

 

YACHT D’EPOCA > 180

1° Classificato: Sirius di Paolo Zannoni

2° Classificato: Jalina

3° Classificato: Endeavour

 

YACHT CLASSICI < 180

1° Classificato: Chin Blu di Giuseppe Caruso

2° Classificato: Bufeo Blanco

3° Classificato: Naif

 

YACHT CLASSICI > 180

1° Classificato: Namib di Pietro Bianchi

2° Classificato: Voscià

3° Classificato: Dalgra III

Due orologi segnatempo Officine Panerai sono stati consegnati agli armatori di Chinook e Naif, rispettivamente primi nel Trofeo Panerai tra gli yacht d’epoca e classici.

La Coppa d’oro Eduardo Pepe è stata invece vinta da Ausonia, lo scafo di proprietà del Savoia timonato dal socio Giovanni Longobardo. Premiato anche Freja, di Erik Klinberger.

Visto l’elevato numero di barche d’epoca uscite dalla penna degli architetti Sparkman&Stephens, il Savoia ha messo in palio un premio dedicato a queste meravigliose creature, vinto da Sirius.

Il Premio Yacht Spirit of Tradition è andato a Mida di Alessandro Porcelloni.

Il vincitore della parata navale è Manitou di Philip Jordan, il primo classificato tra le barche della Marina Militare, invece, è Stella Polare del comandante Maurizio Filippini, che ha conquistato anche il Trofeo Angelo Lattarulo (primo nella regata costiera il 4 luglio tra le barche della Marina).

Infine, un premio speciale è andato ad Endeavour, con a bordo la famiglia Laimberger-Brizzi con Raoul, Simona e le piccole Giulia, Elena e Nora.

www.ryccsavoia.it/leveledepoca

 

Photo credits: Francesco Rastrelli

COMUNICATO STAMPA

Marco Caiazzo