CONDIVIDI

Capri

Capri-Napoli, tutto pronto per la gara non competitiva in programma venerdì 4
luglio
Al via 50 atleti suddivisi in tre categorie: a Napoli arrivate circa 200
persone accreditate

Sono tutti arrivati a Napoli i cinquanta atleti iscritti alle tre sezioni
della Capri-Napoli non competitiva, la prova in programma venerdì 4 luglio e
che precede la tradizionale tappa di Coppa del Mondo di nuoto in acque libere
prevista domenica 7 settembre. In totale sono duecento le persone accreditate
(provenienti da sei nazioni straniere e da diverse regioni italiane), per un
movimento che ha prodotto anche importanti ricadute dal punto di vista
turistico. Molti atleti e accompagnatori, infatti, hanno deciso di trascorrere
diversi giorni in Campania, per visitare alcune delle tante bellezze di cui la
regione è ricca.
Venerdì i cinquanta atleti iscritti prenderanno il via da Capri attorno alle
8.45: l’obiettivo per tutti (chi partecipa alla prova nel “Solo” e dovrà quindi
compiere i 36 chilometri che separano l’isola azzurra dal lungomare partenopeo,
ma anche chi è iscritto nel Double o nella prova a staffetta) è arrivare in
prossimità del circolo Canottieri Napoli, dove è previsto l’arrivo. Gli
organizzatori della società Eventualmente eventi & comunicazione, guidati da
Luciano Cotena, hanno messo a punto tutto il necessario per garantire la piena
assistenza a tutti i nuotatori.
Tre le categorie rappresentate: “Solo”, ovvero chi parte da Capri con l’
obiettivo di arrivare a Napoli senza cambi (quindici gli iscritti); “Double”,
cioè una ministaffetta composta da due persone (una sola compagine al via);
“Staffetta”, con squadre composte da un minimo di quattro e un massimo di sei
atleti (in tutto sono sei le staffette).
Soddisfatto Luciano Cotena: “Rispetto all’anno scorso – afferma – il numero
degli iscritti è decisamente cresciuto. Prova dell’attenzione che la Capri-
Napoli ha nel mondo del nuoto in acque libere anche trai semplici ‘amatori’.
Una testimonianza viene dal fatto che in questi giorni ci siano arrivate
addirittura le prime iscrizioni per il 2015. Le nazioni ufficialmente coinvolte
sono sei, ma in realtà alcuni atleti spagnoli sono di origine argentina, per
cui saranno rappresentati sette Paesi e tre continenti”.

Comunicato Stampa
Aniello Sammarco