CONDIVIDI

Rinascita Aminei – Sanità Calcio 1 – 1

Rinascita Aminei:

Peluso, Bottone, Cuomo Ciro, Cuomo Ferdinando, Leone, Signorelli, Cuomo Antonio (76’ Ferrante), De Simone, Borghese (72’ Castiello), Russo, De Martino

A disp: –

 

Allenatore: Silvestro (in panchina Leone)

Sanità Calcio: Cetta, Vinci (72’ Pezzella), Giuliano, Mazzone, Bevilacqua, Fabozzi, Savarese, Arena, Di Giovanni, Marsiglia (58’ Mango), Piscopo (86’ Maraucci)

 

A disp: Tallarino, Romano, Pelorosso

Allenatore: Cuomo

Arbitro: Viviano di Nocera Inferiore

Angoli: 1-2

Ammoniti: 70’ Cuomo Ferdinando (RA) 32’ Fabozzi (S)

Reti: 22’ Signorelli (RA) 67’ Arena (S)

Note: Gara disputata a porte chiuse

 

Al “Barassi” il derby cittadino tra Rinascita Aminei e Sanità Calcio termina 1 a 1, un risultato giusto alla luce del gioco espresso in campo, infatti, la gara è stata la giocata su ritmi molto bassi, poco spettacolare e soprattutto giocata al di sotto della sufficienza da entrambe le compagini, a tratti è sembrata un’amichevole, il rammarico maggiore è per gli ospiti che con un po’ di determinazione e convinzione avrebbero certamente portato a casa l’intera posta in palio. Riavvolgendo il film della gara, nel primo tempo per i primi venti minuti il gioco ristagna a centrocampo senza occasioni degne di nota, poi a sorpresa al 22’ i locali passano in vantaggio con Signorelli che calcia una punizione dalla ¾ sx, la parabola non è imparabile, ma il giovane portiere ospite scivola consentendo al pallone di superarlo, nonostante lo svantaggio la Sanità Calcio, non riesce a rendersi particolarmente pericolosa, ad eccezione di due velleitari tentativi, al 25’ Mazzone da centro area colpisce di testa in mischia sugli sviluppi di un corner calciato da dx, ma la conclusione è alta, al 41’ Bevilacqua calcia a lato su punizione dai 20 metri centrali, l’ultima occasione di un primo tempo molto deludente è per i locali, che al 43’ vanno vicinissimi al raddoppio con Borghese, che s’invola centralmente, ma la sua conclusione dall’altezza del dischetto con il portiere in disperata uscita termina incredibilmente fuori. Il secondo tempo continua con lo stesso trend del primo tempo, cioè ritmi bassi e poco spettacolo, in un tale contesto si fanno preferire nettamente gli ospiti che attaccano a testa bassa alla ricerca del pareggio, al 61’ Mango è autore di un ottimo spunto personale sulla sx, appena dentro l’area si accentra, ma la sua conclusione termina fuori, al 67’ arriva il meritato pareggio, l’autore è Arena che realizza con una stupenda conclusione al volo dai 20 metri centrali, sugli sviluppi di un corner battuto da sx e respinto dalla difesa locale, il pareggio ha un effetto soporifero sul match, infatti, il ritmo si abbassa ulteriormente sembra quasi che le squadre si voglino accontentare del pareggio, l’unica occasione degna di nota, è per la Sanità che all’89’ sfiora il colpaccio, che tuttavia sarebbe stato meritato, il protagonista è Di Giovanni che calcia da centro rea sx, il portiere locale si salva parando in due tempi, bloccando anche il tentativo di tap-in di Savarese che non riesce a dare potenza alla sua deviazione di ginocchio. Termina dunque 1 a 1 un risultato giusto, ma che lascia il rammarico agli ospiti che se avessero giocato con piu’ convinzione avrebbero sicuramente vinto.

Edgardo Spiezia