CONDIVIDI

Real Protopisani (Sporting Campania): Miele, Cozzolino, Grasso, Vitone (87’ Sisignano), Scognamiglio, Perillo, Tulino, Russo, Pierleoni, Aprea (67’ Zigariello), Battiniello

A disposizione: Ibello, Orlanducci

Allenatore: Crispino

Sanità Calcio: Esposito, Piccolo, Mango, Massaro, Nacci, Di Pauli, Coppola (87’ Mazzone), Barone (69’ Fabozzi), D’ Ario (76’ Palumbo Pierfrancesco), Palumbo Piercarlo, Formato

A disposizione: Arrichiello, Avolio

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Arbitro: Garofalo di Torre del Greco

Angoli: 5-5

Spettatori: 30 circa

Ammoniti: 65’ Miele (R)

Marcatore: 37’ Coppola

Recupero: primo tempo 0 minuti, secondo tempo 4 minuti

DSC03409

Al “Di Vittorio” di Barra il derby napoletano tra i padroni di casa della Real Protopisani (Sporting Campania) e Sanità Calcio si conclude con la vittoria ospite per uno a zero, un successo meritato per la Sanità Calcio soprattutto in virtù della prima frazione nella quale è stato un monologo, nella seconda frazione locali molto piu’ incisivi, infatti, colpiscono due pali e solo un miracolo dell’estremo ospite nega il pareggio, tuttavia Piccolo in contropiede sfiora il raddoppio calciando alto a porta sguarnita.

Passando alla cronaca la gara inizia su ritmi molto bassi, infatti, nei primi venti minuti il gioco ristagna a centrocampo senza azioni degne di nota, ma con il passare del tempo la Sanità Calcio guadagna metri e stringe d’assedio i locali, infatti, la gara diventa un monologo con occasioni a raffica, nell’ordine al 23’ Coppola calcia dal vertice alto sx, ma la sua conclusione è respinta con i pugni, al 26’ tiro dal limite centrale di Mango deviato in corner, al 31’ D’ Ario con un piattone rasoterra al volo impegna in una parata a terra Miele, al 34’ Mango calcia dai 25 metri centrali, ma la sfera è deviata in corner, il meritato vantaggio arriva al 37’ con Coppola che realizza di testa dal vertice basso sx, sugli sviluppi di un corner battuto da dx, l’unico squillo della Real Protopisani nella prima razione è opera di Vitone che al 43’ calcia una punizione dal limite centrale bloccata a terra.

Nella seconda frazione inizio arrembante dei locali che hanno due clamorose occasioni, nell’ordine al 54’ Perillo calcia al volo, ma il suo perfetto e preciso rasoterra è deviato in prossimità del palo da Esposito che compie un miracolo con la mano aperta, al 57’ Russo batte una punizione dal limite centrale, ma anche questa volta è strepitoso Esposito che devia la palla sull’incrocio dei pali, la Sanità si scuote dal torpore e risponde con due squilli, al 62’ Coppola colpisce di testa in torsione dal dischetto, ma la sfera termina a lato, al 63’ Piccolo in corsa da centro area calcia incredibilmente alto a porta sguarnita, il finale è tutto locale, al 75’ Vitone calcia alto una punizione dal limite centrale, all’86’ Pierleoni sfruttando un’indecisione difensiva si incunea tra Di Pauli e Nacci e colpisce il palo dal dischetto, al 90’ Cozzolino in mischia colpisce di testa sugli sviluppi di una punizione calciata dalla ¾ dx, ma la sfera è bloccata a terra.

Termina dunque uno a zero per la Sanità Calcio che torna al successo dopo due gare, consolidando la settima posizione, viceversa sconfitta forse immeritata per i locali, che restano a ridosso della zona rossa, ma in virtù del buon calendario la salvezza non è un’utopia.

Edgardo Spiezia