CONDIVIDI

NEPAL_-_0213_-_Bambini

 A sostegno della struttura scolastica realizzata a Kirtipur, vicino alla capitale Kathmandu, con l’aiuto di tante persone, enti ed aziende private. Oggi si è trasformata in un insostituibile punto di assistenza per i terremotati e prezioso punto di riferimento per centinaia di bambini

 Un appello per aiutare i bambini drammaticamente vittime del terremoto arriva dal Nepal e vede in prima persona lo scalatore Fausto De Stefani, che grazie al progetto Rarahil ha realizzato negli scorsi anni, in collaborazione con la Fondazione senza Frontiere – Onlus di Castel Goffredo ed il prezioso contributo della Provincia Autonoma di Trento, una serie di edifici a Kirtipur, cittadina non lontana da Kathmandu, dove oggi esistono una cucina per comunità, una mensa, nuovi laboratori artigianali, un convitto e un dispensario medico, divenuti in questi giorni luogo di assistenza e sostegno indispensabili per la popolazione drammaticamente colpita dal terremoto che ha messo in ginocchio il paese Himalayano.

 La struttura nata a supporto dell’organizzazione scolastica della Rarahil Memorial School in queste ore è così divenuta luogo di soccorso, di aiuto e di assistenza per i piccoli nepalesi. Nata grazie all’aiuto di tante persone, enti ed aziende private che hanno creduto nel progetto la Rarahil Memorial School è oggi diventata luogo di sopravvivenza per tante persone in grande difficoltà.

 Per questo Fausto De Stefani lancia un appello di solidarietà: “è fondamentale intervenire in tempi rapidi per dare un aiuto diretto ai piccoli nepalesi – chiarisce l’uomo di montagna, che in carriera ha scalato tutti gli 8.000 della terra e oggi lavora a sostegno dei bambini -. Le nuove strutture della scuola, costruite con i criteri antisismici occidentali, hanno retto al terribile sisma e sono diventate un importante presidio medico per il primo soccorso e per la distribuzione alimentare di migliaia di pasti caldi al giorno. Ma c’è bisogno di generi di prima assistenza per continuare a garantire aiuto e appoggio. A sostegno dell’iniziativa vi sono molte persone, aziende private ed enti che hanno appoggiato il progetto “Rarahil”. E ora serve lo slancio di generosità e di solidarietà di quanti hanno imparato a vivere la montagna nella sua bellezza e purtroppo anche nella sua anche tragica esistenza”.

 Di qui l’appello a sostenere la popolazione nepalese con aiuti diretti gestiti da chi conosce la montagna e la solidarietà, senza intermediazioni.

 E’ possibile effettuare versamento con causale “Contributo Nepal – pro terremoto” su uno dei seguenti conti corrente:

 FONDAZIONE SENZA FRONTIERE – ONLUS

 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTEL GOFFREDO (MN)

IBAN: IT 27 M 08466 57550 000000008029

 UNICREDIT BANCA FILIALE DI CASTEL GOFFREDO (MN)

IBAN: IT 79 Y 02008 57550 000101096404

 C/C POSTALE 14866461 intestato a:

FONDAZIONE SENZA FRONTIERE ONLUS

Via S. Apollonio, 6 – 46042 CASTEL GOFFREDO (MN)

CF: 90008460207

PROMOTORE DEL PROGETTO:

Fausto De Stefani: fotografo e alpinista, noto per aver salito tutte le 14 vette oltre gli 8.000 metri. È impegnato in organizzazioni nazionali ed internazionali che si dedicano ad attività divulgative relative a problematiche ambientali. È il promotore del progetto in Nepal della Fondazione Senza Frontiere ONLUS.

Per ulteriori informazioni: www.senzafrontiere.com