CONDIVIDI
Karl Corneliusson- ex Napoli

W la sincerità. E’ una frase fatta eppure è quella che descrive meglio Karl Corneliusson, lo svedese che  vestì la maglia del Napoli per 11 partite nel 2004-2005. Arrivò a Napoli dalla Salernitana. E la prima cosa che pensò fu:” Ma cos’è questa m****? Io non voglio”? Cosa ha spinto il nostro eroe ha una reazione così esagerata? Passare dalla Salernitana al Napoli non dovrebbe essere una promozione per la carriera di un giocatore? Beh, per lui non era così. Anche perchè in quel periodo la provincia giocava in B e il capoluogo di regione in C.

LA SCELTA-Strano vero? Sembra passata un’eternità. Invece “solo” 13 anni. Alla fine Corneliusson si convinse. Anche perchè i suoi compagni di squadra della Salernitana gli spiegarono che trasferirsi al Napoli non era un passa da gambero, dal momento che anche in terza serie il San Paolo era gremito e che tanti suoi colleghi avrebbero strisciato con le ginocchia per terra pur di vestire la maglia che era stata di Maradona.

LA MAGLIA-Ironia della sorte Corneliusson in qualche gara scese in campo proprio con la maglia di Diego, ovvero la numero 10. Del resto non era stata ancora ritirata e il regolamento parlava chiaro: le squadre dovevano avere maglie con numeri progressivi. Ovviamente il rendimento dello svedese non fu neanche lontanamente paragonabile a quello del Pibe de Oro. Addirittura dopo una decina di partite Pierpaolo Marino lo rispedì al mittente come un pacco postale.

VENDITORE-Ma ormai Corneliusson era diventato ingombrante anche a Salerno e pertanto scelse di ripartire dalla Svezia. Si è ritirato nel 2008-2009 e attualmente si occupa di marketing per una ditta di elettrodomestici. Coraggio, Karl: vendere una lavatrice deve essere meno impegnativo di indossare la maglia di Maradona.