CONDIVIDI

bob marassi

Ci sono vittorie e vittorie. Quella contro la Juventus ha sempre un sapore diverso dagli altri.

Una notte da Leoni. Al San Paolo il Napoli domina, vince e convince e supera per 2-0 la capolista Juventus regalando un’immensa gioia ai tifosi azzurri. La squadra di Benitez ha disputato una delle più belle gare della stagione ed ha annientato i bianconeri , e dopo un ottimo inizio caratterizzato da una grande intensità e grandi giocate, è passato in vantaggio nel primo tempo con un gol di Callejon e dopo aver controllato il vantaggio nella ripresa ha affondato il colpo del ko con un gran gol di Mertens, entrato in campo da pochi minuti.

Una grande gara per gli azzurri anche sotto il punto di vista del carattere e della grinta dimostrata nell’arco dei 96 minuti (ben 6 i minuti di recupero). La squadra di Benitez è scesa in campo determinata e aggressiva e dopo pochi minuti ha iniziato l’assalto alla porta di Buffon, che già al 6’ si è dovuto superare per respingere un tiro ravvicinato di Callejon salvando la porta della Juventus. Al 10’ è ancora l’estremo difensore bianconero a salvare la squadra di Conte, respingendo una bella girata di Marek Hamsik ben servito da Henrique. Ineccepibile la risposta della Juventus che , orfana di Tevez, in attacco si affida a Osvaldo e LLorente, ma non punge, e subisce il gioco del Napoli che al 37’ trova il meritato vantaggio: cross di Insigne dalla sinistra e tocco vincente di Callejon che sul filo del fuorigioco beffa il portiere della Juventus insaccando in rete il gol dell1-0 che fa esplodere il San Paolo.

Nella ripresa la reazione della Juve non arriva e i partenopei riescono a gestire bene il vantaggio ottenuto, nonostante un leggero calo. La squadra di Benitez, si dimostra solida e organizzatissima in fase difensiva, grazie ad una prestazione maiuscola del solito Albiol, al fianco di Enrique, sempre più prezioso per la squadra azzurra, e all’ottima prova di Ghoulam, bravo a chiudere tutti gli spazi sugli esterni. La Juve non riesce mai a impensierire la porta di Pepe Reina e così, nel finale arriva il meritato raddoppio del Napoli che chiude i conti con il neo entrato Mertens, che ben lanciato da Pandev , in mezzo a tre difensori trova lo spazio giusto, si gira e infila Buffon con un diagonale micidiale che si spegne nell’angolo basso, insieme alle speranze della Juventus che esce sconfitta dal San Paolo tra il delirio del pubblico partenopeo che ringrazia la squadra per una serata magica. Vincere con la Juventus ha sempre un sapore particolare.

Roberto Sica