CONDIVIDI

Roberto Sica - Marassi

Obiettivo raggiunto….ma quanta sofferenza!!!! Al San Paolo il Napoli supera l’ostacolo Swansea e guadagna gli ottavi di finale di Europa League, dove affronterà il Porto. Una serata di grandi emozioni al San Paolo, che ha trascinato gli azzurri alla conquista di un obiettivo importante. Il Napoli avanza in Europa e continua la sua marcia.

Una serata emozionante che ha visto il trionfo degli azzurri arrivare solo nel finale. lo Swansea era un avversario ostico, una squadra organizzata con un buon palleggio e brava nelle ripartenze, capace di mettere in difficoltà la squadra di Benitez, e sul campo si é visto, e gli azzurri hanno dovuto sudare parecchio per passare l’ostacolo e portare a casa il passaggio agli ottavi chiudendo la partita soltanto nei minuti finali.

Una serata che é iniziata bene con l’ottima partenza degli azzurri. Il Napoli in campo con la solita maglia gialla senza Hamsik e Mertens, e con Pandev Insigne e Callejon alle spalle di Higuain, in avvio ha cercato subito di scardinare la difesa gallese sfiorando il vantaggio con Insigne e due volte con Higuain che ben servito da Pandev ha divorato due facili occasioni.

Poi finalmente il vantaggio azzurro, una perla di Lorenzo Insigne che al 17′ scatta sul filo del fuorigioco sfrutta la spizzicata di testa di Gonzalo Higuain e con un pallonetto delizioso scavalca Vorm firmando il gol dell’1-0 per il prezioso vantaggio del Napoli.

Un vantaggio che però dura solo 12 minuti, e così al 29′ il Napoli si fa sorprendere dai gallesi: passaggio filtrante di Bony per De Guzman che taglia la difesa azzurra e scavalca Reina firmando l’1-1. Tutto da rifare per gli azzurri che devono necessariamente la partita per passare il turno.

Nella ripresa il Napoli rischia di capitolare più volte, e nel tentativo di passare in vantaggio si espone spesso alle giocate della squadra gallese che sfiora più volte il 2-1, salvata in più occasioni dal portiere azzurro Pepe Reina.

Il destino del Napoli é sempre quello di soffrire, e così, tra i vari tentativi dello Swansea, al 78′ arriva finalmente il vantaggio del Napoli, confezionato da una bella azione dei neo entrati in campo Hamsik e Mertens, e finalizzata dal solito Pipita Higuain che sfrutta una carambola in area e con un destro potente fulmina Vorm firmando il vantaggio che libera l’urlo del San Paolo.

Un risultato che però vede ancora in bilico il Napoli nei minuti finali con lo Seansea pericoloso nelle ripartenze e vicinissimo al pareggio che poteva significare passaggio del turno per i gallesi. Miracoloso é il salvataggio di pepe Reina che a due minuti dal termine va a togliere da sotto alla traversa un colpo di testa improvviso di Tindalli salvando la porta del Napoli. Una parata che vale quanto un gol, che finalmente arriva nei minuti di recupero: dopo due occasioni fallite da Higuain e Hamsik, a tempo scaduto Inler insacca alle spalle di Vorm il 3-1 finale scaricando la tensione e la paura ed aprendo al Napoli le porte degli ottavi.

Un finale troppo emozionante e ricco di ansia e paura per un obiettivo che poteva sfumare improvvisamente per qualche distrazione che il Napoli spesso si concede, per un attimo si sono rivisti i fantasmi della notte di lunedì contro il Genoa, con un pareggio riacciuffato nel finale, ma invece con un po’ di sofferenza é arrivato un successo importante per gli azzurri che continuano la buona stagione. Terzo posto in campionato, finale di coppa Italia e passaggio del turno in Europa League. Prossimo avversario sarà il Porto. Un doppio confronto che prometterà di certo tante scintille ed emozioni, ma adesso é già tempo di pensare al prossimo impegno, e domenica gli azzurri, a Livorno dovranno ritrovare i tre punti anche in campionato.

Roberto Sica