CONDIVIDI

image

Tutto è pronto per dare il via alla XXII edizione dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014. Venerdì alle 16,30 è in programma la cerimonia di apertura dei Giochi ma le polemiche non mancano. Molti capi di stato diserteranno la cerimonia per le tantissime polemiche in Russia sulla questione degli omosessuali. Enrico Letta,Presidente del Consiglio Italiano, ha deciso di esserci anche per ben figurare in vista della scelta della sede per le Olimpiadi estive del 2024 dove l’Italia porta una candidatura forte come quella di Roma.
Due edizioni fa, le Olimpiadi si svolsero a Torino dove l’Italia vinse 11 medaglie tra cui 5 oro con l’exploit di Enrico Fabris.
Nel 2010 l’edizione canadese di Vancouver 2010 fu poco fortunata per i colori azzurri: l’Italia si aggiudicò solo 5 medaglie con un solo oro conquistato da Giuliano Razzoli nello Slalom Speciale.
In questa edizione il nostro portabandiera sarà Armin Zoeggeler,40 anni, storia della nazionale italiana per gli sport invernali. Nello slittino Zoeggeler ha vinto tutto e come premio alla carriera nella sua ultima partecipazione olimpica alzerà il tricolore nel cielo di Sochi.
Le speranze di medaglie ci sono e l’obiettivo di superare il bottino di Vancouver è più che reale. Nello sci alpino Paris,Innerhofer e Well sono le nostre punte per quanto riguarda la velocità. Per le discipline speciali le speranze sono per Moeggl,Thaler, Simoncelli.
Nelle altre discipline, Carolina Kostner è tra le favorite per la vittoria finale nel pattinaggio. Altra medaglia possibile potrebbe arrivare nello short track dove Arianna Fontana, dopo l’exploit di Vancouver, vuole salire sul gradino più alto del podio. In chiusura la più bella medaglia potrebbe arrivare da Zoeggeler che va alla ricerca dell’ultimo acuto della sua carriera.

Luigi Iervolino