CONDIVIDI

Bol-Nap-85Con la sconfitta per 3 – 2 di Bologna si chiude questo campionato azzurro. Avrei voluto titolare con “una fotografia del campionato azzurro”, un titolo troppo simile a quello del Capitolo 51 (“la fotografia di un campionato”), sebbene in quell’occasione mi riferissi al campionato delle altre, e non del Napoli. Ho scelto un “come il Napoli della stagione 2018-2019”, perché la partita è il simbolo di questa stagione. Il campo racconta un inizio interessante del Napoli, tocchi da biliardo, bei fraseggi, poi il letargo, e il Napoli va sotto di due gol. Ma nella ripresa si ricorda chi è e riagguanta la partita con Ghoulam (speriamo che ritorni più forte) e Mertens (in ripresa nell’ultima parte di campionato), ma poi ancora un apatico finale, e il gol subito. Il Napoli non si fa nemmeno mancare l’ennesimo legno della stagione (ne hanno contati 27), a sublimare un parallelo simbolico tra questa partita e il resto del campionato azzurro. Qualche conferma, una speranza su Younes, il ritorno di Ghoulam, il piedino di Mertens, ma l’ennesima opaca prestazione di Verdi, mai realmente da Napoli in questa stagione. La sconfitta conta poco per il campionato, ma peccato perché il Napoli si ferma a 79 punti, dopo una seconda parte di stagione altalenante e molte delusioni. Ma questa sconfitta può dare i giusti spunti per ripartire. E’ una sconfitta che non fa soffrire, ma può essere tanto utile, perché simbolo di questa stagione. Come il Napoli della stagione 2018-2019, come un Napoli che ha mostrato tante potenzialità, ma che spesso ha palesato tanti limiti, proprio come uno studente intelligente che può fare tanto e non si impegna. E’ finalmente finito questo finale di stagione (e non mi scuso per il bombardamento di “finali”), ora è il momento del riposo, per raccogliere le energie e pensare al futuro.

La mia sul Napoli