CONDIVIDI

Emp-Nap-62Non ho visto Empoli – Napoli. Non ho visto Empoli – Napoli perché stavo volando, tornavo a casa dopo un viaggio di lavoro, non ho visto Empoli – Napoli, ma è come se l’avessi vista. Il Napoli torna a casa con la coda tra le gambe, la sconfitta delude i tifosi e gli stessi giocatori. Gli azzurri subiscono, ma riescono anche a riportarla su con un bolide da fuori area di Zielinski, ma capitoleranno nel secondo tempo, dopo il raddoppio empolese. Le statistiche della partita possono essere spesso fuorvianti, ma forse questa volta testimoniano un equilibrio che i valori reali delle due squadre non dovrebbero permettere. L’unico dato a favore del Napoli sembra il possesso palla, ma sappiamo che un possesso palla sterile è solo un numero su un tabellino, che non porta a nulla. E’ come se l’avessi vista. E centra la psicanalisi di cui avevo scritto dopo la qualificazione di Coppa (Capitolo 39). Questo è il Napoli del primo tempo di Napoli – Udinese, che ha avuto bisogno dell’antivirus per curale il suo male (Capitolo 40), è il Napoli che ha portato a casa un misero pareggio col Sassuolo (Capitolo 38), o quello che proprio all’andata col Salisburgo ci lasciava con dei “però” (Capitolo 37). E come dimenticare il Napoli che ha fatto il pinocchio contro il Torino (Capitolo 33), il dominio sonnolente di Zurigo (Capitolo 32), oppure la partita di ritorno con gli svizzeri (Capitolo 34). Insomma, è il solito Napoli, malato di motivazioni, che ha perso le giuste motivazioni per affrontare avversari troppo inferiori, che ha la testa all’Arsenal. Resto dell’opinione che fino ad ora, contestualizzando il momento, e tenendo in conto del cambio di allenatore, del cambio di modulo e idee, la stagione abbia dei punti positivi, e potrebbe perfino portarci ad un finale inaspettato. Ma questo non basta, Ancelotti ha tanto da lavorare sull’aspetto psicologico, lo deve iniziare a fare ora, e dovrà continuare anche la prossima stagione, perché una squadra come il Napoli, con le sue conoscenze tattiche e le sue capacità tecniche, non può distruggere quanto costruisce con mollezza e indifferenza. Non è ancora finita, con un occhio al terzo posto ed uno all’Arsenal, rendiamoci felici ancora per qualche partita, nonostante Empoli – Napoli, la partita non vista, ma come se l’avessi vista.

La mia sul Napoli