CONDIVIDI

1410900_10202092792353333_505956803_o

“Clamoroso al Comunale”.A Ottaviano, Virtus Ottaviano-Scisciano è stata sospesa quando mancavano 18’ al termine sul risultato di 2-0 per gli ospiti. Il motivo della sospensione e la dinamica hanno del curioso e dell’imbarazzante. Nei primi minuti del secondo tempo sul risultato di 0-1 l’arbitro accusa un problema muscolare. Dopo varie cure decide di continuare la gara rassicurando le squadre sulle proprie condizioni fisiche. A pochi minuti dal termine, tra lo stupore generale, arriva il triplice fischio che decreta l’annullamento della partita scatenando le proteste degli ospiti. La partita verrà recuperata dall’inizio e il risultato ripartirà dallo zero a zero.

Fin a quel momento, però, era stata una bellissima partita ben giocata da entrambe le squadre. I primi minuti di partita sono tutti targati Scisciano: al 15’gli ospiti trovano il vantaggio con un bel diagonale del bomber Napolitano. Il gol sveglia i padroni di casa che iniziano a macinare gioco. Il primo pericolo per gli ospiti arriva al 26’ quando Allocca tira da fuori area ma la difesa ospite riesce a deviare la conclusione in corner. Alla mezz’ora ghiotta occasione per Ciniglio che solo davanti al portiere non riesce a dare la giusta potenza al pallone e l’estremo difensore del Scisciano Mazzone riesce a respingere. Allo scadere del primo tempo rigore solare per la Virtus Ottaviano: sul dischetto si presenta Ciniglio ma il bomber ottavianese si fa ipnotizzare da Mazzone. Si va al riposo sullo 0-1.

Nella ripresa la Virtus parte forte. Ciniglio con una conclusione spettacolare coglie la traversa. I ritmi si abbassano e il Scisciano riesce a controllare meglio gli attacchi dei padroni di casa. Al 23’ gli ospiti trovano addirittura il raddoppio. Schema su punizione e facile tap-in di Nappi.

Pochi minuti dopo la clamorosa decisione del direttore di gara che manda le squadre negli spogliatoi tra lo stupore dei padroni di casa e la rabbia degli ospiti.

Luigi Iervolino