CONDIVIDI

10408594_514354598743909_7197383662199341225_n

La Sintesi del match:

[youtube url=”www.youtube.com/watch?v=X2Uz4VEfqtA” width=”560″ height=”315″]

Gladiator – Real Ottaviano 4-5

Gladiator: 1 Di Vico, 4 Nardiello, 5 Aiezza, 6 Russo, 8 Di Lella, 9 Russo, 10 Bucciero, 11 Stigliano, 17 Merola, 18 D’Amico, 20 Lotti, 21 Di Rauso

All. Lieto

Real Ottaviano: 22 Liccardo , 2 Amirante, 24 Sorrentino, 5 Attanasio, 8 Mazzocchi, 27 De Luca C, 28 De Luca R, 11 Coppola, 17 Cuomo, 10 Suarato , 99 Altomare.

All. Iamunno (squalificato)

Note: terreno in buone condizioni, spettatori 200 circa, ammoniti: Attanasio, Cuomo

Espulso: Mazzocchi per doppia ammonizione.

Vittoria decisiva per la Real Ottaviano che vince il big match contro il Gladiator Sant’Erasmo e ormai vede la B vicina. Il distacco sui casertani ora è di 8 punti e per la Real sembra ormai fatta. Vittoria che ha come dedica Antonio Campano infortunatosi Sabato scorso contro lo Scalc1one. Grande esodo dei tifosi rossoblù da Ottaviano che hanno cantato e aiutato sempre i ragazzi in campo. Molto scarsa la direzione di gara.

L’Ottaviano si schiera con Liccardo tra i pali, Attanasio, Amirante, Altomare e Suarato. La prima occasione è proprio del capitano dell’Ottaviano che si gira in diagonale ma la conclusione finisce fuori. Al 3’ rispondono i padroni di casa con D’Amico ma il palo gli dice di no. Al 10’ questa volta è Altomare che prima va via sulla fascia e poi calcia ma Di Vico con i piedi respinge in corner. al 17’ Stigliano impegna Liccardo come segnale che il gol è nell’aria. Infatti sugli sviluppi del calcio d’angolo Russo calcia, Liccardo risponde e il tap in di D’Amico porta in vantaggio i padroni di casa. La Real prova a scuotersi con Suarato ma la punta del pivot rossoblù termina al lato. Il Gladiator insiste con Stigliano ma è perentoria la chiusura di Amirante in scivolata sulla conclusione del 11 in blù. Al 21’ la Real pareggia: magia di Suarato che si beve Russo, palla al centro per l’accorrente Cuomo che non sbaglia facendo esplodere i sostenitori ospiti. Al 27’ occasione importante per il Gladiator con Bucciero che sulla fascia crossa al centro per l’accorrente Di Lella ma il laterale di casa e in ritardo e spreca. L’ultima occasione della prima frazione è per Amirante che ben imbeccato da Suarato impatta male anche grazie all’intervento di Merola che evita la rete.

Nel secondo tempo la Real Ottaviano entra in campo più sicura dei propri mezzi. Al 2’ i vesuviani passano in vantaggio: Suarato parte da centrocampo arriva al limite dell’area e con una puntata sotto le gambe sigla il gol del vantaggio ospite. Quando il Gladiator sembra stordito arriva il pari con Stigliano che da fuori con il diagonale sigla il gol del 2-2. Palla al centro e clamorosa occasione per Altomare che solo davanti a Di Vico calcia fuori. Il Gladiator spinge per il vantaggio con Bucciero ma Liccardo e il palo gli negano il gol. Al 13’ la Real ripassa in vantaggio: un errore della difesa di casa spalanca il contropiede dell’Ottaviano finalizzato ottimamente dal capocannoniere Altomare che trafigge il portiere e sigla il 3-2. Al 17’ gli arbitri capiscono che è il momento del protagonismo: Mazzocchi respinge palla caricandosi, l’arbitro lo ammonisce per la seconda volta e manda il numero 8 negli spogliatoi. Motivo del rosso? Mistero. La Real Ottaviano prova a resistere in 4 uomini ma proprio allo scadere dei 2 minuti cross al centro di Russo e confusione in area con la palla che termina in rete per il 3-3. Ma l’Ottaviano gioca col cuore e con il calore dei tifosi e al 26’ torna in vantaggio con Amirante che di piatto appoggia alle spalle di Merola per il 4-3. Al 29’ il Gladiator tenta la carta del portiere di movimento con Bucciero. Al 30’ primo miracolo di Liccardo che come un gatto devia in angolo su Russo. Nel primo minuto di recupero arriva il secondo miracolo: Russo serve D’Amico in area ma il portiere rossoblù si siede sul pallone e salva miracolosamente il pari ospite. Se non segni sei costretto a subire e in contropiede Suarato sigla il 5-3 in girata facendo esplodere la festa rossoblù. Nel 3 minuto di recupero ennesimo protagonismo degli arbitri che assegnano il tiro libero ai padroni di casa. Bucciero dal piazzato sigla il 5-4 definitivo che chiude la resa. Per l’Ottaviano è festa grande. Tutti i giocatori sotto il settore ospiti a ringraziare tutti i tifosi che con calore e passione hanno sostenuto la Real Ottaviano.