CONDIVIDI

Soccer: Serie A; Napoli-PalermoDopo aver dimostrato con il Chievo la maturità della grande squadra, al Napoli toccava e toccherà continuare sulla scia positiva che lo aveva visto vincere le ultime 6 partite (4 di campionato e 2 di Europa League). E il Napoli si fa trovare presente e vince una partita contro un avversario che ha mostrato poco in campo, ma che si è difeso in massa.

Il primo tempo è un dominio azzurro (sarà 67% di possesso palla alla fine della partita), e i rosanero del Palermo devono difendersi e alzare le barricate, chiudendo ogni portone, porta e porticina. Il Napoli attacca, e va vicino alla rete in più occasioni. Prima Hamsik, Higuain di testa ed ancora Hamsik poco fuori. Arriva il turno di Insigne ed ancora di Higuain. Un forcing estenuante, Insigne coglie anche un palo, imbeccato in profondità da Jorginho. Il Napoli ci prova, ma non riesce a trovare le chiavi per aprire la porta di Sorrentino. La porta sembra chiusa a doppia, tripla, mandata. Il Napoli ci gira attorno, ma non sfonda. Ma arriva mastro Gonzalo Higuain. Il Pipita si è stancato di stare a vedere. E da fuori aria sforna la genialata, costruisce le chiavi e scaglia un bolide rasoterra che si infila a fil di palo. Sorrentino non può nulla. Fantastico. Il Napoli è in vantaggio. Meritato, ma sofferto per le difficoltà nello scassinare la cassaforte Palermo. Nel finale del tempo, è ancora lui, mastro Gonzalo, salva Sorrentino.

Il secondo tempo è una storia ripetuta. Sempre il Napoli. Ghiottissima occasione per mastro Higuain, che tira a giro e impatta il palo, sulla ribattuta Callejon tira centrale e Sorrentino salva. David Lopez esce per Allan, e poi entra Mertens per Insigne, che arriva in panchina con gesti di stizza. La storia d’amore del Napoli con i pali della porta di Sorrentino non è finita. Mertens a giro, è ancora palo. L’ultimo cambio del Napoli, entra El Kaddouri per Callejon. El Kaddouri va a posizionarsi al posto dello spagnolo. Il Napoli arriva al raddoppio solo al 79′. Mertens va a scuola da mastro Gonzalo, entra in area dalla sinistra e tira a giro, è gol, Sorrentino battuto per la seconda volta. Il belga non esulta. Un po’ di nervosismo nel duo Insigne-Mertens. Il resto della partita è gestita agevolmente dagli azzurri. Il Palermo è inerme e si arrende, mettendo in campo veramente poco.

Il Napoli è alla settima vittoria consecutiva (5 di campionato e 2 di Europa League) e addirittura va a punti da 12 partite tra campionato ed Europa League. Oggi è difficile trovare il neo e giocatori non all’altezza. Sugli altri campi Juventus e Lazio perdono, mentre Inter, Roma e Fiorentina tengono il passo. Il Napoli è una realtà, è lì, nel gruppo di testa, vince, stravince e convince con prestazioni di quantità e qualità. La fase difensiva è attenta e in avanti il Napoli trova varie bocche di fuoco, e su tutti il campione che ha deciso di decidere quando vuole. Mastro Gonzalo! Il San Paolo sta ancora festeggiando, uscite presto, Gonzalo Higuain ha le chiavi dello stadio, lasciatelo tornare a casa.

Crescenzo Tortora

La mia sul Napoli

il blog: lamiasulnapoli.wordpress.com

Metti Mi Piace sulla pagina Facebook, vai qui.
Segui @lamiasulnapoli su Twitter, vai qui.
Segui la rubrica anche su Google+, vai qui.