CONDIVIDI

Tra i risultati raggiunti dal Napoli vanno messe in risalto le buone prestazioni europee degli ultimi anni. Già con Mazzarri, ma anche con Benitez, il Napoli ha ben rappresentato i colori italiani nella massima competizione europea per club, qualificandosi con Mazzarri agli ottavi di finali, e fallendo la qualificazione con Benitez, con un punteggio che in qualsiasi altra situazione avrebbe permesso una facile qualificazione. A queste vanno aggiunte alcune partecipazioni alla Europa League, che quest’anno ci ha visti raggiungere una storica semifinale. Questo ha permesso al Napoli di guadagnare posizioni nella classifica UEFA, che tiene conto dei risultati nelle coppe europee degli ultimi 5 anni. Ai punti guadagnati da ogni singola squadra per vittorie e pareggi nei gironi e per qualificazioni ai turni successivi, si aggiunge una percentuale

del punteggio della relativa federazione (che tiene in conto dei punti di tutte le squadre appartenenti alla stessa nazione). Nella figura che segue ho riassunto la variazione del ranking europeo delle squadre italiane negli ultimi 5 anni, mostrando il posizionamento nella classifica UEFA dalla stagione 2010/2011 fino alla presente (i dati sono aggiornati alla data 28/05/2015, vedi anche la snapshot alla fine dell’articolo).

ranking_uefa

Questa speciale classifica è, chiaramente, guidata dai mostri europei, Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco. Oggi è la Juventus la squadra italiana più in alto, seguita da Napoli, Milan, Inter, Fiorentina, Lazio e Roma. Seguono a distanza Udinese, Torino, Palermo e Sampdoria. Per sua natura, questa classifica tiene conto dei risultati delle ultime 5 stagioni, ed è per questo motivo che squadre come Milan e Inter, che negli ultimi anni se la stanno passando male, sono ancora lì in alto, ma come sembrano indicare i relativi trend delle ultime due stagioni, il loro ranking è in calo. Dalla stagione 2010/2011, la Roma ha subito un calo, e solo in quest’ultima stagione, grazie alla partecipazione alla Champions League, ha invertito il trend. Discreto il ranking della Fiorentina, che grazie alle buone prestazioni di questa stagione ha guadagnato delle posizioni.

Ma sono Juventus, Napoli e Lazio che mostrano un continuo miglioramento del ranking UEFA. La Juventus, in finale di Champions, partendo dal 43° posto nella stagione 2010/2011, è oggi al 14° posto. Interessante anche la crescita continua della Lazio, che è oggi al 40° posto.

Merita una certa considerazione il percorso del Napoli, e non solo perché il sottoscritto scrive del Napoli, ma perché oggettivamente la squadra di de Laurentiis ha risalito la china, diventando uno dei migliori club europei. Il Napoli ha guadagnato molte posizioni, partendo da un 94° posto, ed arrivando oggi alla 20° posizione, che le assicurerebbe una posizione da testa di serie nei prossimi preliminari di Champions. Ecco perché è cruciale vincere la partita di domenica con la Lazio.

Parte del merito di questa continua crescita è anche del mister Benitez e della sua redistribuzione delle energie, che nonostante i punti persi in campionato, ha permesso alla squadra di ben figurare in Europa League, aggiungendo punti allo score del Napoli. Continua il lavoro intrapreso da Mazzarri, che durante la sua ultima stagione a Napoli aveva sottovalutato enormemente la partecipazione alla Europa league, conquistando però un prezioso secondo posto in campionato. Benitez ci insegna quanto si possa fare gestendo le forze, nel bene e nel male. A de Laurentiis tocca capire come proseguire.

Il Napoli “europeo” è in crescita, e in Italia è stabilmente tra le prime 5 squadre. Ma siamo arrivati alla parte più difficile del lavoro. In Europa, davanti al Napoli ci sono degli squadroni, società importanti per fatturato, storia ed esperienza. Il tifoso deve sperare che il Napoli rimanga a lungo a questi livelli, ma non è detto che sia così anche in futuro, perché le milanesi potrebbero tornare ai loro livelli storici. E’ quindi giusto lodare l’ottimo lavoro di de Laurentiis e dare il giusto merito a Mazzarri e ancor di più a Benitez, che hanno portato il Napoli tra i primi 20 club europei. Ora il Napoli deve lavorare per restarci a lungo, considerando che l’errore è dietro l’angolo.

Crescenzo Tortora

La Mia sul Napoli

il blog: lamiasulnapoli.wordpress.com

Metti Mi Piace sulla pagina Facebook, vai qui.
Segui @lamiasulnapoli su Twitter, vai qui.
Segui la rubrica anche su Google+, vai qui.

snapshot