CONDIVIDI

Grazie Roma,
che ci fai piangere e abbracciarci ancora.
là la la la……..la la la lla la la la la laaa la la…
…….

Un pezzo sulle note del successo di Venditti e dell’inno della Roma. La Roma vince il derby con la Lazio per 1-2, e il Napoli e i suoi tifosi se la ridono. Grazie Roma! Una partita equilibrata. Con un pareggio le romane si sarebbe guadagnate di diritto l’accesso in Champions. Si sono visti momenti nei quali i giocatori si sono resi pericolosi, ma lunghe fasi di stasi. Nessuno voleva rischiare. Non ho mai voluto credere al biscotto, è difficile pensare ad un biscotto se in campo se la giocano due squadre così antagoniste come Roma e Lazio, anche se il calcio nostrano ci ha abituati a qualsiasi sorpresa (combine, calciopoli, doping, ecc. ecc.). Invece, era giusto aspettarsi che le due squadre non rischiassero e che si potessero accontentare del pareggio. Ed è stato così per lunghi tratti della partita. Ma i segnali che qualcosa potesse cambiare c’erano. Il gioco era stato abbastanza spigoloso nel primo tempo. Si era vista qualche polemica in campo. Sembrava una partita normale, come ogni altro derby. Ma l’ultima parte della prima frazione termina senza mai mettere il piede sull’acceleratore. La Lazio ha dimostrato per lunghi tratti della partita di essere più pericolosa, e la Roma si è difesa. Ma il secondo tempo sarà parco di sorprese, per Lazio, Roma e Napoli. Arriva qualche cambio. E la Roma accelera. La Roma è pericolosissima in due occasioni, e finalmente arriva il gol, Ibarbo in mezzo per Iturbe, e la palla è dentro. Gol! Ho esultato. Io esulto solo per il Napoli.  Grazie Roma! Ma il vantaggio e la mia felicità durano pochi minuti. La Lazio pareggia grazie ad una palla lunga di Anderson, torre di Klose per Djordjevic, ed è facile insaccare. La Lazio insisterà con le palle lunghe, ma senza successo. Le ultime speranze stavano abbandonando l’azzurro e il giallo rosso, ma arriva il secondo gol della Roma, punizione di Pjanic, Yanga-Mbiwa incorna perfettamente nell’angolino opposto. Gol! Ho esultato di nuovo. Io esulto solo per il Napoli. Grazie Roma! Giusto ripeterlo per sicurezza, la rubrica è La Mia sul Napoli. Forza Napoli e grazie Roma. Riuscirei ad esultare ad un gol della Juventus?  Peccato per i soliti deplorevoli disordini del pre-partita. Si registrano due accoltellati.

La fortuna vuole abbandonare i nostri, ma non ci riesce. Le speranze erano ridotte al lumicino, ma ho voluto vedere la partita, come tanti tifosi del Napoli. Ho esultato ai gol della Roma, perché riaccendevano le speranze per il mio Napoli. Il biscotto non c’è stato, complimenti alle due squadre. Grazie Roma. Il caso ha voluto più volte rimettere nelle mani del Napoli le sue sorti, ma gli azzurri hanno deciso di non meritare questi gentili prestiti del destino. Il destino vuole che il Napoli gestisca ancora il suo futuro, al San Paolo tocca agli azzurri decidere le proprie sorti, le nostre sorti. Europa League o Champions League? La stagione altalenante e frustrante potrebbe rivelarsi quantomeno proficua in termini economici. La possibilità della qualificazione, da giocarsi nei preliminari estivi, è troppo ghiotta per farsela scappare. E il presidente, Benitez e i giocatori non possono arrendersi proprio ora. Bisogna ancora scrivere l’ultima piacevole pagina di un campionato traballante, masochista, claudicante, sciancato nel gioco e nella mentalità. E questa pagina verrà scritta nel luogo dove questa squadra ha storicamente tratto la sua forza, il covo dei suoi tifosi, l’anima pulsante azzurra, oggi troppo borghesi e schizzinosi (lo ha scritto qualcuno e lo condivido), ma a loro spetta dare prova di essere il pubblico più caldo del mondo, che lo dimostrino, dobbiamo dimostrarlo.  Che il San Paolo sia pieno in ogni ordine di posto, dalle curve ai distinti. Le polemiche e le critiche possono aspettare. Queste le mie speranze.

Ma il Napoli saprà ringraziare doverosamente il caso? Le mie rimarranno solo parole di incoraggiamento mai raccolte, o i nostri riscopriranno gli attributi che sembra abbiano dimenticato di avere? Il Napoli farà il Napoli che vuole Napoli?

Questa sera sono contento.

Dimmi cos’è quella stella grande grande in fondo al cielo
che brilla dentro di te
e grida forte forte in alto al cuore

Cantiamola al San Paolo. Forza Napoli e grazie Roma!

Crescenzo Tortora

La Mia sul Napoli

il blog: lamiasulnapoli.wordpress.com

Metti Mi Piace sulla pagina Facebook, vai qui.
Segui @lamiasulnapoli su Twitter, vai qui.
Segui la rubrica anche su Google+, vai qui.

Soccer: Serie A; Lazio-Roma