CONDIVIDI

La Lazio pareggia, la Roma perde a Milano, la Fiorentina perde in casa contro il quasi spacciato Cagliari. Al Napoli tocca la prova di forza, dopo le vittorie con Fiorentina, Wolfsburg e Cagliari e il pareggio che ha aperto la porta delle semifinali di Europa League. L’atmosfera che si respira al San Paolo è quella della serenità. Il San Paolo della contestazione di inizio stagione, e dei fischi per un Napoli non sempre degno del suo nome, è oramai un ricordo lontano. I tifosi sono più che rilassati, le ultime partite hanno fornito la consapevolezza che, nonostante il Napoli possa inciampare, ha oramai ripreso a correre. Il Napoli domina e vince con un sonoro 4 – 2. Nei distinti si vede anche Mimmo Manfredi , de “I ditelo voi”, il trio famoso per l’interpretazione dei “Gomorroidi” a “Made in Sud”. Il comico napoletano porta fortuna, e non mancano dagli spalti coloro che inveiscono nei riguardi dell’arbitro con un “mettiti le lentine”, per ricordare il tormentone del comico “teng ‘e lentin”, oppure un sonoro “fai schiiiiiifo” rivolto scherzosamente, quando la partita era oramai decisa, in direzione dell’arbitro. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”!

Non c’è storia, il Napoli parte a mille, giocano soltanto gli azzurri, questa sera con la storica casacca azzurra, merce rara di questi tempi. Per due volte Higuain si propone, ma nulla di fatto. Il Napoli domina, ma con la difesa alta concede uno spazio ad Eder, che fugge via a Ghoulam, arriva sul fondo, serve in mezzo, Albiol devia in rete. Non è possibile. Ha giocato soltanto il Napoli. Il pubblico non si arrende e anche il Napoli, che continua a giocare come aveva iniziato. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”! Occasioni per Callejon, Insigne e David Lopez. E’ solo Napoli. Finalmente arriva il gol del pareggio. Tiro dal limite di Gabbiadini, una leggera deviazione inganna Viviano, che si fa passare il pallone tra le gambe. E’ gol. Boato. La partita non è stregata. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”! Viviano verrà punzecchiato in maniera incessante dal nostro settore, inneggiamo al suo contributo fondamentale. Grazie Viviano. Ma non basta. Passano 3 minuti. Scambio stretto e centrale Higuain-Gabbiadini-Higuain, l’argentino si sistema la palla e tira a giro  verso l’angolo opposto. E’ gol. Lo stadio esplode. Higuain festeggia con i compagni. Lo stadio acclama il suo pupillo. Verrà osannato più volte. Il santone acclamato e incoraggiato dai suoi adepti. 2-1 alla fine del tempo. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”!

Il Napoli non cambia, continua la sua partita nel secondo tempo. Neanche il tempo di capire che la partita è ricominciata e il Napoli fa il terzo. Insigne recupera palla e riparte. La potrebbe passare. Ma avanza e arriva al limite. Tiro a giro. Anche lui come il Pipita. E’ gol. Esplode il San Paolo. Esplode Insigne. Il giovane azzurro piange di gioia, a chiudere la brutta pagina che ha vissuto dopo l’infortunio. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”! Il Napoli gestisce, e prova a sfondare quando ne ha l’occasione. Arriva il momento di Hamsik che prende il posto di Gabbiadini. Ci prova David Lopez da fuori area, salva Viviano. Buona partita dello spagnolo. Ha corso tanto. Benitez lo sostituisce con Gargano. Grande scambio Callejon-Hamsik-Higuain. Hamsik serve una grande palla per Higuain, tiro a lato. Ma il Napoli non si arrende, sfrutta gli spazi che la Sampdoria concede. Hamsik cerca di liberarsi in area, e viene steso. Rigore. Tiro di Higuain, e manco a dirlo, è gol. Doppietta per il Pipita. Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”! Ma ancora due occasioni, per Hamsik e Zapata. Nel finale arriva il gol del 4 – 2 di Muriel, entrato a fine primo tempo per Eder. Bolide da fuori area. Andujar non può nulla. Negli ultimi minuti il Napoli si rende ancora pericoloso, ma la partita termina sul 4 – 2. E’ finita.

Grande Napoli, difende bene, fa un unico errore sul primo gol. Cinici in avanti, quanto basta per vincere. 27 tiri e 11 nello specchio della porta (fonte whoscored.com). Aggressivi sull’uomo, sempre primi sulle palle. Bene tutti. Si è rivisto anche un Jorginho in palla. In avanti fenomenali. In difesa attenti. Britos è difensore, inaspettato.

A 2 punti dalla Roma e 3 dalla Lazio. Questo è un Napoli nuovo. E’ il Napoli di Benitez. Finalmente. Anche la fortuna gira, un tiro rimpallato che va in rete è il segno che la ruota rigira, finalmente, a favore degli azzurri. Ma mai abbassare l’attenzione. Sempre con la fame. Sempre attenti. Sempre spalla a spalla.

Il Napoli è forte, ma “ditelo voi”!

 

Crescenzo Tortora

La Mia sul Napoli

il blog: lamiasulnapoli.wordpress.com

Metti Mi Piace sulla pagina Facebook, vai qui.

Soccer: Serie A Napoli - Sampdoria