CONDIVIDI

IMG_1524

A distanza di 30 anni, Somma Vesuviana si ferma, per non dimenticare.

Si è svolta ieri, a Somma Vesuviana, una giornata di commemorazione per ricordare le vittime della strage del Rapido 904, a trent’anni di distanza da quell’attentato che sconvolse l’Italia.

La Strage di Natale, un attentato dinamitardo avvenuto il 23 Dicembre del 1984 presso la Grande galleria dell’Appennino, ai danni del rapido 904 proveniente da Napoli e diretto a Milano. Intorno alle 19.08 il treno fu colpito da un’esplosione violentissima. Il treno era pieno di viaggiatori che ritornavano a casa per il Natale, o che andavano a far visita ai parenti per le festività. A bordo di quel treno c’era anche la famiglia Calvanese- De Simone.

Somma ha ricordato quelle vittime con una giornata di commemorazione organizzata dal comune di Somma Vesuviana con il patrocinio dell’Associazione tra i familiari delle vittime della Strage.

La mattinata è iniziata alle 9,30 con la benedizione del monumento cimiteriale e la Santa Messa celebrata nella chiesa di San Giorgio Martire da S.Ecc Monsignor Beniamino Depalma, vescovo di Nola,.

Nel pomeriggio, a partire dalle 17,30, presso il Relais de Charme “Rose Rosse” si è svolta una conferenza stampa sul tema alla presenza delle autorità, dei rappresentanti delle associazioni, e dei Dirigenti scolastici delle scuole secondarie di 1° e 2° grado di Somma Vesuviana, e, successivamente, la premiazione degli studenti vincitori del Concorso “Rapido 904…viaggio nella memoria”

Nel servizio realizzato dalla redazione de “Il Mediano web tv”, i momenti salienti di una giornata particolarmente commovente.

A distanza di 30 anni, la famiflia Calvanese-De Simone, rivive nel ricordo di Somma Vesuviana.

[youtube url=”www.youtube.com/watch?v=K_ICh06vAMQ” width=”560″ height=”315″]

 

Roberto Sica

Servizio a cura di Roberto Sica e Mimmo di Marzo