CONDIVIDI
Young Boys Napoli 2 0

Abbiamo trascorso gli ultimi due giorni ad ironizzare sulle sventurate sconfitte di Roma e Juventus, e questa sera abbiamo dovuto assistere ad uno scempio ben peggiore. I 7 gol presi dalla Roma sono troppi, la stessa sconfitta della Juventus contro un avversario inferiore è stata pesante, ma entrambe hanno dimostrato di volerle recuperare le partite, noi stasera abbiamo fatto ben poco.

Il mister fa il turnover tipico a centrocampo e sulle fasce, e mette in campo Henrique in difesa, De Guzman sulla destra, Michu e Zapata in avanti. Durante il primo tempo il Napoli si è anche mosso bene, pochi i pericoli per Rafael, abbiamo avuto un paio di occasioni, ma nulla di fatto, compreso un bel tiro a giro di Mertens, che il portiere avversario salva in angolo. Ho avuto buone impressioni. Ma nel secondo tempo arriva il gol sulla solita dormita dei nostri, il Napoli cerca di recuperare il match, ma non riesce a produrre quanto basta. L’unico cambio che si dimostra efficace è quello di Callejon, che in 2 occasioni si propone con i suoi tagli. Riesce anche a segnare, ma il gol è viziato da un fuorigioco. La partita si chiude definitivamente dopo un loro gol in contropiede.

Il gol in contropiede non fa testo, perché si verifica in una situazione in cui il Napoli si è sbilanciato, ma la tipologia del primo gol è storia nota. In questo caso, però, credo che il rimpallo abbia avuto un ruolo determinante. Albiol è uscito sull’uomo sulla fascia, che riesce a metterla in mezzo. In mezzo rimangono Jorginho, Henrique e Maggio che marcano 3 avversari. E fin qui tutto bene. Jorginho non va deciso sull’uomo che sta per ricevere la palla, e in questo momento, Henrique non è al centimetro dove dovrebbe essere. Dopo il rimpallo Henrique esce sull’uomo che sta per ricevere palla ma è troppo lontano.  Ma come al solito, al nostro avversario riesce il tiro a fin di palo. Rafael non può farci nulla.

Primo gol Young Boys Napoli
Primo gol Young Boys Napoli

Si dirà che la colpa è di Benitez e del suo scellerato turnover, non saprei, eravamo più forti anche con la nostra panchina.

Si dirà che i nostri sembravano molli e non vogliosi di raggiungere la vittoria. Sì, mi sono sembrati molli, ma farli giocare in una competizione internazionale, comunque importante come la Europe League, dovrebbe essere uno sprone efficace per mettersi in mostra e dare il meglio di se.

Si dirà che è colpa di de Laurentiis che non ha rinforzato in maniera soddisfacente la squadra, ma gli svizzeri erano poca cosa, come Chievo, Genoa, Palermo, ecc., con la squadra messa in campo oggi avremmo dovuto vincere, non dico semplicemente, ma vincere senza grossi pericoli.

Si dirà che delle volte contro degli avversari inferiori le motivazioni vengono meno, e questo non lo possiamo escludere, perché la storia del calcio ci fornisce tanti esempi di cosa possa succedere quando non si mettono in campo tutte le proprie forze.

Il Mister, nel quale ripongo ancora una fiducia smisurata, dirà, anzi lo ha appena detto, che spesso ci manca intensità in difesa, io direi quella cazzimma, della quale lo stesso mister aveva parlato durante la conferenza stampa pre-match, che non permetta agli avversari di arrivare in rete in maniera così semplice, e quasi sempre sulla nostra prima disattenzione vera.

Le altre batoste di questo inizio stagione non ci hanno ancora insegnato nulla, quando cresciamo?

Crescenzo Tortora

http://lamiasulnapoli.wordpress.com/

Young Boys Napoli 2 0
Young Boys Napoli 2 0