CONDIVIDI

REAL MARCHESA (ATELTICO POGGIOMARINO) vs SANITA CALCIO 0 – 2

Real Marchesa (Atletico Poggiomarino): Russo, Cangianiello, Bifulco, Cicalese, Pisacane, Orlando (85’ Sorrentino), Auricchio (50’ Pesce), Tommaseo, De Rosa, D’ Avino, Langella (50’ Scognamiglio)

A disposizione: Dati, Di Pinto, Sperindeo, Caglione

Allenatore: – (in panchina Albano)

 

Sanità Calcio: Esposito Pietro, Mango, Nacci, Massaro, Palumbo Piercarlo, Formato (88’ Piccolo), Cancello (75’ Barone), D’ Ario (84’ Arrichiello), Coppola, Milo, Avolio

A disposizione: Palumbo Pierfrancesco

Allenatore: Cuomo / VItolo

Arbitro: Oliviero di Ercolano

Angoli: 2-2

Ammoniti: 55’ Scognamiglio, 61’ De Rosa, 70’ Psacane e 82’ Cangianiello (RM) 42’ Formato, 70’ Nacci e Avolio (S)

Recupero: primo tempo 4 minuti, secondo tempo 5 minuti

Marcatori: 8’ e 76’ Coppola

Spettatori: 20 circa

DSCF1526

Al “P. Abbate” di Torre del Greco vittoria corsara della Sanità Calcio che si impone per due a zero sulla Real Marchesa, tornando cosi al successo dopo due sconfitte consecutive, una vittoria meritata soprattutto per l’ottimo primo tempo nel quale i napoletani hanno costruito almeno dieci occasioni da rete, chiuso però solo sul minimo vantaggio, nella seconda frazione rabbiosa reazione dei locali, che sforano la rete, ma vengono puniti nel finale dalla rete del raddoppio che chiude la contesa.

Passando alla cronaca nella prima frazione si assiste ad un assedio della Sanità Calcio che colleziona occasioni a raffica, al 5’ Cancello smarcato solo all’altezza del vertice alto dx tenta un debole pallonetto che è facile preda del portiere avversario, all’8’ Coppola risolve una mischia sugli sviluppi di una rimessa laterale di Palumbo Piercarlo, allungata di testa da Massaro, insaccando da sottomisura centrale, al 10’ Cancello calcia al volo dal dischetto ma la sfera termina alta, all’11’ sempre Cancello calcia debolmente dal vertice alto sx favorendo la facile parata di Russo, al 18’ Massaro smarcato da un capovolgimento di fronte tenta il colpo sotto sul portiere in uscita, ma la sua conclusione è fuori misura, al 21’ Mango siora il palo dal limite centrale, al 24’ il primo e unico squillo dei locali, l’autore è Orlando il cui rasoterra al volo dai 25 metri centrali è bloccato a terra, dopo questo episodio riprende il monologo della Sanità Calcio, al 27’ Mango serve dalla ¾ sx Coppola, ma il suo colpo acrobatico dal dischetto sfiora il palo, al 29’cross dalla sx per Formato, che calcia a volo dal vertice opposto, il suo tiro deviato da un difensore locale colpisce la traversa, sulla respinta di testa dal vertice basso sx Avolio colpisce a colpo sicuro ma sulla linea un difensore avversario salva, al 35’ Coppola calcia al volo dal dischetto sfiorando il palo, al 45’ Mango calcia di contro balzo dal dischetto, ma la sua conclusione è alta, al 47’ il piattone al volo dal vertice basso dx di D’ Ario è bloccato a terra.

Nella seconda frazione subito una grande occasione per Coppola al 49’ ma la sua spettacolare rovesciata è deviata in corner, sembra il preludio ad una frazione simile alla prima, viceversa gli ospiti vengono colpiti dal braccino corto e complice il ritorno aggressivo e generoso dei locali, si fanno schiacciare nella propria ¾, ma il forcing vesuviano riesce ad impensierire i napoletani solo in due occasioni, seppur molto pericolose, al 58’ Orlando tira al volo dal vertice alto dx colpendo la traversa dopo una deviazione di Esposito e al 64’ con il neo entrato Pesce, ma sulla sua conclusione da centro area sx è strepitosa la risposta di Esposito, la Sanità Calcio è brava a non capitolare, anzi è letale e cinica al 76’ con Coppola, che servito in posizione dubbia all’altezza del vertice alto dx, realizza al termine di un contropiede la rete del due a zero, la restante parte della gara termina tra gli sterili attacchi dei locali che si infrangono sul muro difensivo della Sanità Calcio.

Termina dunque a zero per la Sanità Calcio che vince con merito capitalizzando quanto di buono fatto nel primo tempo, viceversa i locali hanno da recriminare che solo nella seconda frazione hanno cercato di giocare, forse se avessero giocato con la stessa intensità nel primo tempo avrebbero potuto impensierire di piu’ la Sanità Calcio, che torna al successo dopo due sconfitte consecutive rilanciandosi in classifica al ridosso della zona play-off.

 

Edgardo Spiezia