CONDIVIDI

12227219_496552557172125_5291689648065227092_n

Ancora un successo, il quinto in campionato, per l’Acerrana che sbanca il “Santo Stefano” grazie alle reti del bomber De Micco e del centrocampista Messina. I granata alla seconda trasferta di fila, fanno ancora bottino pieno e mantengono la vetta, in coabitazione con l’Arzano City, vittorioso in contemporanea sulla Cellolese.

La Partita – A Qualiano il match va in scena a porte chiuse. I soli accreditati ad assistere alla gara sono giornalisti e tesserati delle due società. Al “Santo Stefano”, avvenente struttura di nuova costruzione posta sotto sequestro dalla magistratura, si sfidano due squadre dal simile percorso, sin qui. I biancorossi di Qualiano, allenati da mister Stefano Di Mauro, in ritardo di due punti in classifica dall’Acerrana, affrontano i granata con la formazione tipo. Scalpitano il funambolico Mazza, autore di quattro reti fin qui, e Maiello, in grande spolvero nell’ultimo match con la doppietta segnata al Cirgomme. Per il Toro di Acerra, mister Telemaco Russo conferma in toto l’undici che ha battuto a domicilio la Virtus Liburia. Confermati, quindi, in difesa Ponticelli ed in attacco Petrella. A sostegno della punta De Micco ci sono Assanti e Sais.

La prima occasione del match è per gli ospiti, al 4’, con il corner corto battuto da Sais per Petrella, la sfera giunge a Russo appostato fuori area che fa partire così il tiro, forte ma impreciso, che termina alto. Rispondono i padroni di casa con la punizione del n.10 Palumbo, sulla quale in tuffo il portiere granata Cerreto devia in corner. E’ la prima di una lunga serie di interventi che faranno dell’estremo difensore acerrano il protagonista assoluto di giornata.

Al 13’ l’Acerrana è già avanti. Funziona alla perfezione l’intesa tra Sais e Petrella con quest’ultimo che di sinistro imbecca De Micco al centro dell’area. L’attaccante granata è solo davanti al portiere qualianese Mangino e di interno destro non fallisce. E’ 1-0 per gli ospiti.

Al 15’ i granata sono nuovamente pericolosi con l’incornata di Rivetti sul corner di Sais, ma la sfera termina alta.

Prove generali del raddoppio che arriva al 28’ con il tiro-cross del centrocampista Messina che trafigge per la seconda volta Mangino, ingannato anche dalla traiettoria del pallone resa imprevedibile dal vento forte di quest’oggi. Ora i granata conducono per 2-0.

I padroni di casa faticano, però, a capitolare e serve un ottimo Cerreto ad evitare, al 34’, che il Real Qualiano torni in partita grazie all’intervento con i piedi sul tiro quasi a colpo sicuro di Mazza, liberato alla conclusione da un batti e ribatti fortuito in area.

Con i granata in vantaggio, termina la prima frazione di gioco.

Il ritorno in campo dopo la ripresa vede i padroni di casa del Real Qualiano provare fin da subito ad accorciare le distanze, grazie anche all’innesto di Fusco per Verde. Ci prova al 47’ Palumbo, ma il tiro è alto. Al 53’, sugli sviluppi da corner dell’azione, gli uomini di Di Mauro vanno vicini a riaprire il match, con la girata ravvicinata del difensore Iaquinangelo, che indirizza il tiro all’angolo più lontano dalla porta, ma Cerreto è ancora super e con un balzo felino devia la sfera in angolo, conservando il risultato. Gli acerrani sono rientrati in campo nel secondo tempo puntando a congelare il risultato, ma i padroni di casa sono, progressivamente, sempre più pericolosi. Al 60’ la serpentina di Maiello si conclude con un tiro verso la porta degli ospiti, ma il pallone termina di poco fuori alla destra del palo di Cerreto.

Al 64’ gli ospiti restano in dieci. Il signor Di Luca di Napoli punisce con il rosso diretto il trequartista Sais, per un fallo a centrocampo su un avversario. Il n.10 granata, autore di un’eccelsa prestazione al Santo Stefano, termina anzitempo il match, rientrando mestamente negli spogliatoi. Con l’uomo in meno, il baricentro granata cala ancor di più e gli ospiti prendono campo. Al 71’ è Cerreto ancora protagonista con il doppio intervento ravvicinato sugli attaccanti avversari. Il portiere granata è una diga insuperabile quest’oggi, e quando manca il suo intervento arriva quello dei difensori, come all’81’, quando Piscopo sulla linea spara via un pallone diretto adagio in rete. Col passare dei minuti diminuiscono le speranze del Real Qualiano, afflitto dagli interventi di Cerreto, che spegne ogni aspettativa di rimonta degli avversari. La partita termina con la vittoria dell’Accerana.

Ai granata è bastato un solo tempo ed un eccezionale Cerreto avere la meglio del Qualiano e continuare a godersi la testa della classifica.

Con il successo di oggi salgono a quattro le vittorie consecutive degli uomini di Russo.

Nelle insidiosi trasferte, alla vigilia, con Liburia e Real Qualiano, i granata hanno fatto bottino pieno. E Domenica il Toro riabbraccia il Comunale.

 

MARCATORI: De Micco al 13’, Messina al 30’ (A)

 

REAL QUALIANO (4-4-2): Mangino, Sequin o, Napoli, V. Iaquinangelo, Silvestre, Piscopo G., Mazza, Rossi, Verde (dal 46’ Fusco), Palumbo, Maiello (dal 65’ Cardone).

A disp.: Fesone, A. Iaquinangelo, Lemma, Zagarola. All. Di Mauro

 

ACERRANA (4-3-3): Cerreto, Piscopo, Passaro, Rivetti, Ponticelli, Russo, Messina, Sais), Petrella (dal 59’ Tufano), De Micco (dall’ 87’ Panico), Assanti (dal 80’ Petrone).

A disp.: Giacomo Busto, Di Buono, Divino, Mondella. All. Russo

 

ARBITRO: Di Luca di Napoli.

 

NOTE: Partita disputata a porte chiuse. Ammoniti: Mazza (Q); Sais, Passaro (A). Al 64’ espulso Sais per gioco violento su un avversario.

 

 

Fabio Sposito

Ufficio Stampa a.s.d. Polisportiva Acerrana