CONDIVIDI

20151025_110431

ACERRANA (4-3-3): Cerreto, Ponticelli (dal 75’ Di Buono), Divino, Rivetti, Piscopo, Messina, Tufano (dal 46’ Russo), Lo Prete, Sais, Petrone (dal 71’ Assanti), De Micco. (Giacomo Busto, Mondella, Guido Busto, Petrella). All. Russo

 

PONTICELLI (4-4-2): Uliano, Maritato (dal 53’ Serra), Tricinelli, Liccardi, Fortunato, Incarnato, Pulcrano, Nebboso, Palmieri, Sposato (dal 62’ Marotta), Fontanella. (Silvestri, Volpe, Lucignano, Di Palma, Marciano).

.All. Esposito

 

ARBITRO: Cristiano di Frattamaggiore

NOTE: Spettatori 700 circa. Ammoniti: Rivetti, Russo, De Micco (A); Sposato (P).

 

Pubblico delle grande occasioni quest’oggi al Comunale. Circa 700 spettatori sono accorsi sugli spalti della struttura di via Manzoni per sostenere il Toro granata contro il Ponticelli, per la terza giornata del campionato di Prima Categoria. Poche però le emozioni durante la gara, praticamente tutte di marca acerrana. Alla fine termina con un pareggio a reti bianche. Un punto guadagnato dal Ponticelli, arroccato in difesa per tutto il match; due punti persi per gli uomini di Russo che, nonostante le occasioni non siano fioccate a grappoli, meritavano, certamente, qualcosa in più rispetto agli avversari.

La partita – In mattinata il forfait di Passaro (problemi al tallone) consegna la maglia da titolare a Divino, già protagonista in settimana nei 90 minuti di Coppa con il Casamarciano. A destra Ponticelli vince il ballottaggio con Di Buono, mentre a centrocampo confermato Tufano in cabina di regia, con Roberto Russo, di ritorno dall’infortunio, scalpitante in panchina. In avanti spazio a Petrone, per la seconda volta consecutiva preferito ad Assanti, insieme ai confermatissimi De Micco e Sais, trascinatori dei granata in questo avvio di stagione.

Il Ponticelli, in tenuta ufficiale biancorossa, si schiera con un guardingo 4-4-2. Mister Carmine Esposito lancia in campo il 37enne Camillo Liccardi, ex di turno, a fare da filtro tra difesa ed attacco. In avanti la scelta del tecnico napoletano ricade sul duo Palmieri – Fontanella.

Il primo tempo scorre via in un batter d’occhio. Complice anche un intenso caldo fuori stagione, le due squadre faticano a trovare i ritmi giusti. Le occasioni latitano, con i granata che più diffusamente cercano di affacciarsi nell’area avversaria. Le uniche due conclusioni verso la porta del portiere ospite Uliano arrivano da centrocampisti acerrani. Il tiro di Messina, al 10’, è lento e centrale e quindi facile preda per i guantoni del portiere ospite. La conclusione di Tufano, al 16’, è alta e non impensierisce il numero uno biancorosso.

La prima frazione di gioco termina così senza particolari acuti né da una parte, né dall’altra.

Al rientro in campo, il piglio granata è diverso. Pronti, via e De Micco suona la carica con un tiro dal limite dell’area, seppur lento e facile preda dell’estremo difensore del Ponticelli. Due minuti più tardi i padroni di casa sono ancora pericolosi, con il triangolo in velocità sull’asse Sais – Petrone, con quest’ultimo che serve al centro bomber De Micco il quale a colpo sicuro spara verso Uliano, ma l’estremo difensore biancorosso si fa trovare pronto respingendo la sfera e mantenendo così a galla i suoi.

La gara è finalmente esplosa e al 49’ arriva la terza palla goal acerrana, questa volta da un corner a rientrare, battuto dalla destra da Lo Prete, che trova la zuccata in anticipo di Rivetti, con la sfera che scavalca Uliano ma termina di un soffio alto sulla traversa. Al 57’ è De Micco, in versione pivot, a difendere palla al limite dell’area e a liberare Sais, con un preciso filtrante, che solo davanti al portiere ciabatta il tiro che finisce a lato, alla sinistra della porta del Ponticelli.

La gara, dopo un inizio di ripresa ad alti ritmi, torna ad assopirsi nella parte centrale, con gli ospiti bravi a prendere le contromisure all’impeto degli avversari.

Il match si riaccende nel finale, con i granata che provano nei minuti finali a cercare la zampata vincente, così come già accaduto con la Grumese. All’ 81’ Sais, dalla destra, imbecca Assanti al centro dell’area, ma l’attaccante acerrano, subentrato a Petrone, spara alto sulla traversa.

L’ultimo assalto granata giunge nei minuti di recupero, dapprima con Piscopo, servito in profondità da De Micco, che calcia alto, poi, allo scadere, con lo stesso bomber che, nell’area piccola, si libera con maestria del proprio marcatore, ma il tiro verso la porta è smorzato dall’intervento del n.3 Tricinelli, che permette, quindi, ai suoi compagni di reparto di allontanare il pericolo. Su questa ultima azione arriva il triplice fischio dell’arbitro Cristiano di Frattamaggiore, che decreta la fine delle ostilità.

Pari e patta tra Acerrana e Ponticelli, con il punto che accontenta certamente gli ospiti, i quali poco hanno fatto per cercare la vittoria, un po’ meno l’Acerrana, vogliosa di riscatto dopo la nefasta trasferta di Chiaiano. Buone indicazioni per mister Russo arrivano dal reparto difensivo che in questo avvio di campionato, a meno degli svarioni dell’ultima trasferta, è risultato più solido e sicuro, grazie soprattutto all’apporto del carisma e dell’esperienza di Rivetti.

 

Fabio Sposito

Ufficio Stampa a.s.d. Polisportiva Acerrana