CONDIVIDI

DSCF0813

San Pietro Napoli:

Di Fiore, Esposito Alfredo, Parisi Emanuele, Cardinale, Caccavale, Marino Ciro, Pellegrino (46’ Nuzzolese), Battaglia (76’ Parisi Fabio), Bifaro, Licciardi (46’ Farinelli)

A disposizione: Fusco, Fioravante, Esposito Salvatore, Bocchetti

Allenatore: Marino

Sanità Calcio:

Lombardo, Piccolo, Palumbo Piercarlo, Marsiglia (64’ Massaro), Nacci, Avolio (73’ Arrichiello), Barone, Formato, De Stefano, Arnone, La Sala (64’ D’ Ario)

A disposizione: Tallarino, Calise, Fabozzi

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Arbitro: Battiloro di Ercolano

Angoli: 6-1

Spettatori: 20 circa

Ammonito: 33’ Avolio (SA)

Espulso: 52’ De Stefano (SA) per doppia ammonizione entrambe per proteste nello stesso istante

Recupero: primo tempo 0 minuti, secondo tempo 1 minuto

Marcatori: 10’ De Stefano (SA) 56’ e 87’ Bifaro – 59’ Farinelli – 63’ Battaglia – 81’ autorete Lombardo (SP)

Nella terza e ultima giornata del girone 14 della Coppa Campania 1° categoria, l’ininfluente ai fini della classifica, ma molto sentito, derby partenopeo giocato al “Comunale di San Pietro a Patierno” tra i padroni di casa del San Pietro Napoli e la Sanità Calcio termina con il netto successo dei locali per 5 a 1, un risultato bugiardo, in quanto è una punizione troppo eccessiva per i giovanissimi di mister Cuomo (il piu’ anziano in campo un classe 93) che dopo un ottimo primo tempo chiuso con merito in vantaggio per 1 a 0, nella ripresa dopo un buon avvio, a causa della follia di De Stefano che viene espulso per doppia ammonizione nello stesso istante per proteste, restano in dieci, e vengono travolti dai locali, che approfittano della superiorità numerica, nonché della differenza d’esperienza, da un lato una squadra quasi titolare piena di marpioni, dall’altra una squadra per 9/10 under 21.

Riavvolgendo il film della gara ottimo avvio degli ospiti che al 10’ passano in vantaggio con De Stefano abile a depositare in rete a porta vuota un corner battito dalla dx ed allungato di Formato, sulle ali dell’entusiasmo, la Sanità Calcio siora il raddoppio al 15’ con Barone che calcia alto dai 20 metri centrali, passato lo sbandamento iniziale i locali si riorganizzano ed alzando il baricentro rispondono colpo si colpo ai ragazzini terribili di mister Cuomo, al 17’ Pellegrino sfiora il palo con un rasoterra al volo dai 20 metri centrali, al 29’ cross dalla ¾ sx per Battaglia che di testa serve Bifaro che calcia al volo dal limite centrarle, ma la sfera termina alta, l’ultima occasione della prima frazione è per gli ospiti con La Sala che al 43’ da ottima posizione con porta sguarnita calcia alto un perfetto cross dalla sx di Formato, autore di un pregevole e caparbio spunto personale.

Nella seconda frazione il San Pietro Napoli si getta subito all’attacco alla ricerca del pareggio al 51’ Farinelli si libera di un’avversario all’altezza del vertice alto sx e calcia, ma la sua conclusione è parata a terra, sul rinvio del portiere ospite, fallo in attacco della Sanità Calcio, che scatena le proteste di De Stefano che rimedia due gialli consecutivi, lasciando i suoi compagni in inferiorità numerica, è l’episodio che cambia la gara, infatti, si assiste ad un monologo dei locali, al 56’ Bifaro arpiona un pallone a centro area e realizza con un colo sotto, al 59’ Farinelli firma il sorpasso con un colpo di testa da sottomisura centrale sugli sviluppi di un corner calciato da dx, al 61’ Marino calcia a lato dal limite centrale, il tris è servito da Battaglia al 63’ al termine di un contropiede centrale concluso con un pallonetto dal dischetto sul portiere in disperata uscita, la Sanità si scuote dal torpore al 71’ con Avolio ma la sua punizione dai 25 metri centrali è alta, è l’ultimo squillo dei giovanissimi ragazzi di mister Cuomo, che nel finale si lasciano assediare dai locali, al 72’ Farinelli scatta sulla sx, ma il suo tiro dal vertice basso è smorzato da Lombardo e poi salvato sulla linea da Nacci, che devia in angolo, all’80’ sempre Farinelli calcia con un tiro a giro dal limite sx, ma la conclusione è deviata in corner da Lombardo, sugli sviluppi del calcio d’angolo arriva la quarta rete, infatti, è sfortunato Lombardo che arpiona il pallone ma lo trascina nella sua porta, l’ultima emozione dell’agra è la rete del a 1 di Bifaro all’87’ con un pallonetto dal limite centrale.

Termina dunque 5 a 1 per i locali un risultato netto, che comunque era ininfluente ai fini della classifica, infatti, i locali erano già qualificati, per gli ospiti una gara a due volti, nella prima frazione ottima prestazione, la seconda è ingiudicabile causa la leggerezza di De Stefano, che lasciando in inferiorità numerica i suoi compagni ha condizionato la gara, già di per sé proibitiva sulla carta, vista la differenza d’età e d’esperienza.

Edgardo Spiezia