CONDIVIDI

Sanità Calcio – Atletico Cimitile 4 – 0

Sanità Calcio:Tallarino, Pezzella, Palumbo, Mazzone Luca, Buonfante, Nuzzolese, Formato (80’ Mazzone Eduardo), Ruggiero (56’ Savarese), Barbato (74’ Marsiglia), Di Maio, Campese

A disp: Di Pauli

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Atletico Cimitile:Di Palma, Di Lauro, Liparuli, Ferrandino, Franzese, Peluso, Mazzocchi, Iovino, Napolitano Gaetano, Iorio

A disp: Pizzella, Testa

Allenatore: –

Arbitro: Gargiulo di Torre Annunziata

Angoli: 4-2

Ammoniti: 33’ Palumbo e 43’ Barbato (S) 54’ Iovino, 57’ Peluso, 60’ Di Lauro e 77’ Ferrandino (AC)

Reti: 64’ e 71 Di Maio, 77’ su rigore Campese, 84 Di Maio

Recupero: 0’ pt – 3’ st

Spettatori: 30 circa

DSCF8453[1]

Al “San Gennaro dei Poveri” la sfida salvezza tra Sanità Calcio e Atletico Cimitile termina con il netto punteggio di 4 a 0 per i locali, un risultato maturato nella seconda frazione quando sotto un sole estivo i nolani si sono sciolti come neve al sole, complice anche la grande determinazione dei locali che hanno attaccato fin dalle prime battute. Passando alla cronaca la prima occasione è per gli ospiti con Gaetano al 5’ il cui lob dai 25 metri centrali termina alto, i locali rispondono subito al 6’ con Barbato il cui tiro dai 30 metri centrali sfiora il palo, sembra il preludio ad una gara spettacolare, invece complice il grande caldo non si segnalano azioni degne di nota, il vuoto di occasioni è rotto da Palumbo al 33’ il quale è autore di uno spunto personale sulla sx, parte palla al piede sulla ¾ e calcia da centro area, ma la sua conclusione è parata in due tempi, l’ultima occasione della prima frazione è per Campese al 44’ la cui punizione dai 20 metri centrali è parata in due tempi. Nella seconda frazione il copione non cambia, con i locali all’attacco e ospiti arroccati in difesa, anzi nella seconda frazione dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, la gara diventa un monologo della Sanità Calcio, che colleziona occasioni a raffica, nell’ordine al 49’ Nuzzolese calcia dal limite centrale, ma la conclusione è respinta con i pugni, al 64’ Di Maio porta meritatamente in vantaggio la sua squadra, appoggiando da distanza ravvicinata una respinta corsa di Di Palma, su una conclusione da centro area sx di Formato autore di un pregevole spunto, al 71’ ancora Di Maio realizza la rete del 2 a 0, l’attaccante è bravo ad arpionare un cross dalla ¾ sx e in posizione defilata sulla dx a centro area, a scartare il portiere e depositare nella porta sguarnita, il tris è opera di Campese al 77’, che si guadagna e realizza un calcio di rigore concesso per una trattenuta di Ferrandino, il poker è servito ancora una volta da Di Maio che scatta centralmente dalla lunetta di metà campo e batte il portiere dal dischetto, le quattro reti non placano i locali che continuano ad attaccare, all’87’ Campese calcia da centro area dx, ma la conclusione è bloccata, e al 91’ Di Maio calcia alto da centro area dx. Termina dunque 4 a 0 per i locali una vittoria importantissima, che non servirà ad evitare i play-out, ma garantirà un’ottima posizione nella griglia post season, viceversa brutta débâcle per i nolani che tuttavia con un risultato positivo nell’ultimo turno potranno avere il vantaggio del fattore campo nei play-out.

 

Edgardo Spiezia