CONDIVIDI

Sanità Calcio:

Tallarino, Pezzella (63’ Di Pauli), Palumbo, Mazzone Luca, Savarese, Ruggiero (78’ Vitrano), Arena, Nuzzolese, Campese, Di Maio, Formato

A disp: Pelorosso, Mazzone Eduardo, Bevilacqua

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Sangennarese:

Barberisi, D’ Avino, Alfieri, Nunziata (88’ Palma), Falco Salvatore, Buonaiuto, Nappi Vincenzo, Falco Nicola, Catapano, Della Marca (82’ Giugliano), Cozzolino

A disp: Iovino, Esposito, Santorelli

Allenatore: Muto

Arbitro: De Martino di Frattamaggiore

Angoli: 4-4

Ammoniti: 43’ Di Maio, 57’ Nuzzolese, 64’ Arena e 65’ Campese (SC) 58’ Falco Salvatore (SG)

Recupero: 1’ pt – 3’ st

Spettatori: 10 circa

DSCF5391

Al “San Gennaro dei Poveri” la sfida tra i padroni di casa della Sanità Calcio e la Sangennarese termina in parità con il risultato di 0 a 0, logica conseguenza di una gara poco spettacolare, giocata su ritmi molto bassi, ma molto valida dal punto di vista dell’agonismo, sulla gara ha influito molto lo stato d’animo delle due formazioni, da un lato i locali molto tesi poiché alla disperata ricerca di un successo che li avrebbe allontanati dalle sabbie mobili dei play-out e dall’altro gli ospiti in una posizione di classifica tranquilla, che li vede oramai fuori dai giochi sia promozione che salvezza. Riavvolgendo il film della gara i vesuviani approfittando della grande tensione dei calciatori locali, giocano in scioltezza sfiorando tre volte il vantaggio nei primi 20 minuti di gara, all’8’ Della Marca calcia una punizione dal limite centrale, ma la sua conclusione è deviata in corner dalla barriera, al 12’ sempre Della Marca al termine di una veloce ripartenza calcia da centro area dx, ma la sua conclusione è respinta, al 18’ l’occasione piu’ clamorosa, nel dettaglio contropiede sulla dx, lancio a tagliare dalla ¾ per Cozzolino che calcia dal vertice basso sx, ma la sua conclusione è deviata sul palo da Tallarino, dopo questa sfuriata iniziale, la gara trascorre senza occasioni degne di nota, fino a quando al 40’ i locali finalmente si affacciano in avanti, con Di Maio il cui tiro a volo da centro area dx termina a lato. Nella seconda frazione subito grande occasione per la Sangennarese che al 47’ sfiora la traversa con Falco Nicola, che colpisce di testa dal dischetto, sempre il preludio ad una frazione di gioco spumeggiante, invece si assiste al nulla assoluto fino al 77’ quando Cozzolino calcia alto dal limite sx sugli sviluppi di un corner battuto dalla dx, questo pericolo scuote i napoletani, che si riorganizzano ed alzano il baricentro, stringendo d’assedio i vesuviani, al 78’ Di Maio sfiora il palo con un colpo sotto sul portiere in uscita dal limite centrale, all’81’ Palumbo è autore di un pregevole spunto personale, ma la sua conclusione da centro area termina a lato, all’83’ Di Maio calcia una punizione dai 20 metri centrali, ma la sua conclusione è bloccata, al 87’ doppia clamorosa occasione per l’attaccante napoletano, che smarcato all’altezza del vertice basso sx calcia di prima intenzione, ma la sfera è respinta dall’estremo avversario, sul continuo dell’azione dal palo opposto Campese rimette a centro per il compagno di reparto che da posizione molto defilata colpisce il palo, l’ultima occasione dell’incontro è sempre per la Sanità Calcio che al 92’ impegna in una parata a terra Barberis, su punizione calciata dal limite dx da Campese. Termina quindi 0 a 0, un pareggio che di certo accontenta piu’ gli ospiti che consolidano la loro posizione a centro classifica, viceversa i locali restano impelagati nella lotta salvezza.

 

Edgardo Spiezia