CONDIVIDI

DSCF6535

Azzurra Napoli (Striano) – Sanità Calcio 6 – 1

Azzurra Napoli (Striano):

Vitiello, Boccia (68’ Fiore), Corrado, Bellofiore, Criscuoli, Giardiello (54’ Ascione Raffaele), Polise (73’ Ascione Felice), Iazzetta, Flauto, Carbone Carmine, Gallo

A disp: Del Gaudio , Iervolino , Carbone Alessandro , Denys

Allenatore: Falciano

Sanità Calcio:

Peluso, Buonfante, Formato, Mazzone Luca (79’ Mazzone Eduardo), Di Pauli (68’ Pelorosso), Ruggiero, Pezzella, Nuzzolese, Palumbo (59’ Quarto), Di Maio, Mango

A disp: Tallarino, Perretti , Arena

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Arbitro: Martone di Castellammare di Stabia

Angoli: 5-3

Ammoniti: Carbone Carmine e Criscuoli (A) Mazzole Luca (S)

Espulsi : 38’ Mango e 75’ Nuzzolese (S) entrambi per doppia ammonizione

Reti: 16’ Mazzone Luca (S) 21’ Carbone Carmine, 31’ Flauto su rigore, 45’ Carbone Carmine, 64’ e 66’ Polise, 81’ Flauto (A)

Recupero: 1’ pt – 2’ st

Spettatori: 100 circa

La sfida tra Azzurra Napoli (Striano) e Sanità Calcio, due nobili del calcio dilettantistico campano, infatti, entrambe hanno trascorsi in serie D, termina con il nettissimo e tennistico risultato di 6 a 1 a favore dei locali, sul risultato hanno influito molto le solite ingenuità caratteriali dei napoletani, che per la seconda gara consecutiva restano in 9 uomini, entrambe le espulsioni per doppia ammonizione, comminate per proteste o ingenuità, un classico per questa stagione dei napoletani, che spesso eccedono in proteste inutili e spesso non motivate. Riavvolgendo il film della gara, partenza a razzo dei locali che dopo 35 secondi sfiorano il vantaggio con Polise il cui colpo di testa in corsa dal vertice basso dx termina a lato, la risposta dei napoletani è affidata a Di Maio che al 9’ calcia alto di contro balzo dal limite centrale, nel ping-pong di azioni i locali al 10’ sfiorano la rete del vantaggio con Carbone Carmine il cui rasoterra al volo dal dischetto sfiora il palo, al 16’ vantaggio ospite con Mazzone Luca che in spaccata da distanza ravvicinata, ribatte in rete una respinta corta di Vitiello su un colpo di testa di Di Pauli, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da sx, la reazione dei locali è rabbiosa ed immediata, infatti, al 21’ pervengono al pareggio con Carbone Carmine che insacca di testa da distanza ravvicinata sugli sviluppi di un corner battuto da sx, e passano in vantaggio con Flauto al 31’ che realizza un calcio di rigore concesso generosamente dalla signorina Martone di Castellammare di Stabia che in mischia vede un presunto fallo di mano, al 38’ la Sanità va vicino al pareggio con Nuzzolese la cui punizione dai 20 metri centrali colpisce la traversa interna sulla ribattuta madornale errore dell’esperto Mango che colpisce di mano, ricevendo giustamente la seconda ammonizione, che lascia i suoi in 10 uomini, allo scoccare del 45’ i locali su una ripartenza siglano la rete del 3 a 1 con Carbone Carmine che entra in spaccata su un perfetto cross rasoterra da dx.Nella seconda frazione nonostante l’inferiorità numerica i napoletani partono all’attacco, e sfiorano la rete al 48’ quando il portiere locale compie un’incredibile salvataggio sullo sciagurato retropassaggio del suo compagno di squadra Bellofiore, e al 50’ con Di Maio che su una veloce ripartenza sulla fascia dx, sfiora il palo da centro area dx, quest’azione è il canto del cigno per la Sanità Calcio, che si affloscia concedendo il fianco ai locali, che in due minuti chiudono la gara, il protagonista è sempre Polise, al 64’ concretizza un contropiede sulla dx calciando in prossimità del vertice alto e al 66’ scatta sul filo del fuorigioco, scarta il portiere e deposita nella porta sguarnita, da questo momento è un monologo locale, infatti, la Sanità Calcio in inferiorità numerica (che diventerà doppia al 75’ causa l’espulsione di Nuzzolese) e demoralizzata per il risultato , scompare dal campo , i locali sfiorano piu’ volte la sesta rete nell’ordine , al 70’ Ascione impegna Peluso in una deviazione in angolo , su punizione calciata dai 25 metri centrali , al 74’ Gallo calcia alto con un tiro al volo dal limite centrale , all’80’ Ascione dal limite centrale , impegna in una parata in due tempi l’estremo ospite , all’81 arriva la rete del 6 a 1 con Flauto che realizza con un piattone dal dischetto , all’89’ Iazzetta calcia alto dal limite centrale , l’ultima occasione dell’incontro è per la Sanità Calcio con Di Maio al 92’ il cui tiro dal limite centrale è parato a terra. Termina dunque con la netta vittoria dei locali che s’impongono per 6 a 1, un risultato meritato ma che di certo non rappresenta il divario tra le due squadre, che sono sullo stesso piano tecnico e che lotteranno fino alla fine per evitare i play-out, a patto soprattutto per gli ospiti che vengano eliminati o quantomeno limitati gli errori caratteriali, altrimenti la salvezza sarà molto dura da raggiungere.

 

Edgardo Spiezia