CONDIVIDI

Ischia (4-4-1-1): Mennella 6 (30’ st Taglialatela sv); Finizio 6.5, Mattera 6, Rainone 6, Tito 6; Armeno 6.5, Alfano 6, De Francesco 6, Di Maio 5.5 (19’ st Tricoli 5); Cunzi 6; Trofa 6.5 (31’ st Longo sv). A disp.: Florio, Impagliazzo, Tricoli, Crimaldi, Muro. All.: Porta.

Arzanese (4-3-3): Fiory 8; Rizzo 6, Caso 6.5, Patti 6.5, Mora 6.5; Castellano 7, Giannusa 7, Giacinti 6 (14’ st Perna 6.5); Mangiacasale 6.5, Ripa 7, Sandomenico 6 (5’ st Improta U. 6.5). A disp.: Sollo, Palumbo, Calabrese, Ausiello, Polverino, Perna. All.: Marra.

Arbitro: Formato di Benenvento 6.

Marcatori: 24’ st rig. Ripa.

Note: Al 43’ st Fiory para un rigore a Cunzi. Al 36’ st espulso Alfano per doppia ammonizione. Ammoniti Caso, Spettatori 2500. Recupero 1’ e 4’.

arzanese

L’Arzanese continua la sua marcia verso i playout e trova la terza vittoria consecutiva. Per la squadra della famiglia Serrao, gli spareggi salvezza non sono mai stati così vicini.

In un Mazzella quasi esaurito per la festa promozione degli isolani, approdati nella Lega Pro unica già quindici giorni fa, protagonisti di giornata sono stati Ripa, al diciannovesimo gol stagionale, e il portiere Fiory, al secondo rigore neutralizzato dopo quello di Teramo, sempre nei minuti finali.

Marra ritrova Giacinti in mediana e in avanti schiera il solito tridente con Mangiacasale e Sandomenico ad assistere il capocannoniere del girone Ripa.

L’Ischia si presenta con la formazione tipo, con Trofa a sostituire Scalzone al centro dell’attacco. Alle sue spalle Cunzi ad agire tra le linee.

La prima frazione si conclude a reti bianche, con le due formazioni molto guardinghe e attente a subire il meno possibile. Gli unici squilli sono dell’Arzanese, al 22’ con Ripa che non finalizza un bello schema su palla inattiva calciando a lato. Poi è Caso a mancare di un soffio la sfera di testa per l’ottimo intervento difensivo di Mattera e a pochi minuti dal termine è Castellano a provare la conclusione dai trenta metri ma Mennella è attento e respinge a lato. L’Ischia si limita a difendere con ordine e a ripartire, senza però pungere nei primi 45′. Nel secondo tempo l’approccio degli isolani è molto più deciso, tant’è che vanno vicinissimi al gol al quarto d’ora in due circostanze. Prima è Armeno a concludere di sinistro e a centrare il palo, sulla respinta ci prova De Francesco con un bel lob dal limite dell’area ma la palla termina ancora una volta sul legno destro. Il doppio pericolo scampato scuote l’Arzanese e Marra, che tenta il tutto per tutto inserendo l’ex Perna in attacco, schierando un offensivo 4-2-4. Il nuovo entrato ci prova subito ma il diagonale non è preciso. Al 24’ l’azione che decide la partita. Ripa sfida Tricoli in area di rigore, con il difensore appena entrato che lo atterra ingenuamente. Per l’arbitro è rigore, che lo stesso attaccante trasforma con una conclusione precisa che vale l’uno a zero. Dopo il vantaggio, l’Ischia sembra abbassare i ritmi e godersi la festa, ma a pochi minuti dal termine è ancora rigore, stavolta per i gialloblu, che nonostante l’uomo in meno hanno comunque onorato l’impegno dinanzi al pubblico delle grandi occasioni. Dagli undici metri si presenta Cunzi che decide di incrociare la traiettoria ma Fiory è ancora una volta reattivo e ripete il film già visto in terra abruzzese. Domenica prossima c’è Arzanese – Aprilia, la classica gara da dentro fuori. I playout sono già cominciati.

 

Vincenzo Piscopo
Addetto Stampa Us Arzanese